Migranti a Catania sulla Diciotti: la bufala della “bandiera gialla”

Catania, 23 ago – «Guardi, non c’è alcuna bandiera gialla, ce ne saremmo accorti”. E’ quanto ci è stato riferito dall’Autorità Portuale di Catania interpellata da GrNet.it.

Noi di GrNet.it ne eravamo comunque certi poichè sappiamo che in realtà la “bandiera gialla” ha tutt’altro significato: il suo nome tecnico è “Bandiera di libera pratica” o lettera “Q” (Quebec) del CODICE INTERNAZIONALE DEI SEGNALI. Questa bandiera significa che tutto l’equipaggio è in buone condizioni di salute, non ci sono epidemie a bordo e che si richiede la “libera pratica” per entrare in porto e sbarcare (tutto il contrario di quello che sta avvenendo nella realtà insomma).

Tuttavia resta molto alta la preoccupazione per le condizioni di salute sulla nave Diciotti della Guardia Costiera italiana.

Il procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio ha infatti dichiarato che i migranti «sono quasi tutti affetti da scabbia». Ora, a bordo della Diciotti non ci sono soltanto i migranti malati, ma anche l’equipaggio della nostra Guardia Costiera il quale – spiega Patronaggio – «sta operando affinché la permanenza a bordo sia la meno dolorosa possibile».

Noi della redazione di GrNet.it non possiamo fare altro che esprimere solidarietà a tutto l’equipaggio di nave Diciotti che, come sempre avviene quando si parla di professionalità delle nostre Forze Armate, merita tutta la nostra ammirazione.

Sommario
Migranti a Catania sulla Diciotti: la bufala della "bandiera gialla"
Article Name
Migranti a Catania sulla Diciotti: la bufala della "bandiera gialla"
Author
Publisher Name
GrNet.it
Publisher Logo

1 Commento

  1. claudio dice

    le nostre forze armate sono le migliori che ..che.. se ne dica!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.