Diciotti: attacco alla Guardia Costiera e bugie dal Sottosegretario Giorgetti al Fatto Quotidiano

Il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri: Guardia Costiera non rispetta gli ordini e sconfina nelle acque terriroriali maltesi

Bugie, disinformazione o incompetenza? E’ un giudizio che sospendiamo e lasciamo ai nostri lettori che ascolteranno le parole del Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri, Giancarlo Giorgetti, intervistato dal direttore del FattoQuotidiano.it Peter Gomez alla “Festa del Fatto Quotidiano“.

Le parole di Giorgetti sono un vero e proprio attacco frontale alla Guardia Costiera, a cominciare dalla definizione di nave Diciotti definita “tra virgolette militare italiana“.

Ma cosa dice in particolare Giorgetti?

«Resta da spiegare come una nave – tra virgolette militare italiana (sic!) – sia potuta entrare nelle acque territoriali maltesi».

Due bugie nella stessa frase: innanzitutto non è stata nave Diciotti ad effettuare il soccorso ma, come abbiamo ampiamente documentato, due motovedette della Guardia Costiera, su ordine della centrale operativa del Comando Generale, che aveva ricevuto una richiesta di soccorso. Nave Diciotti non era nemmeno in zona, perchè era impegnata in “vigilanza pesca” nelle acque di Pantelleria. Seconda bugia: le due motovodette non sono affatto entrate in acque territoriali maltesi ma erano in zona SAR maltese (tra l’altro ad appena una ventina di miglia da Lampedusa), che è una cosa completamente diversa, ed è bene che qualcuno informi della differenza il Sottosegretario, magari leggendo il nostro articolo corredato da un’esplicativa cartina.

Com’è possibile che addirittura il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri non sia a conoscenza della differenza tra acque territoriali e zona SAR? Com’è possibile che, pubblicamente, offenda il lavoro dei nostri militari dimostrando di disconoscere totalmente la materia di cui parla? Sarebbe opportuno che qualcuno lo informasse, anche, che le regole internazionali del soccorso in mare prevedono che i naufraghi soccorsi devono essere portati nel “luogo sicuro più vicino” (nel caso di specie Lampedusa). Non si tratta di una questione “tecnica”, è il fulcro dell’intera vicenda.

Non contento delle castronerie proferite, Giorgetti si inventa una fantomatica protesta delle autorità maltesi per lo “sconfinamento nelle loro acque territoriali da parte di una nave militare italiana” (insiste pure!).

Come se non bastassero le affermazioni abbastanza ridicole del Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri, Giorgetti trascina anche il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, quando afferma che “neanche il povero Toninelli ha capito bene cosa sia successo”. Insomma, l’arguto Sottosegretario vorrebbe farci credere che è tutta colpa dei militari. Che sagome.

Non lo scriviamo certo in maniera deduttiva, è proprio Giorgetti che, incalzato da Peter Gomez (che, diciamolo, purtroppo non si è dimostrato all’altezza di smascherare le solenni “imprecisioni” del Sottosegretario) alla domanda “abbiamo quindi problemi con la Guardia Costiera?”, risponde “assolutamente sì”.

Noi di GrNet.it un’opinione l’abbiamo, ma la nostra non conta, conta quella dei nostri lettori. Diciamo solo che non ci è affatto piaciuto il palese tentativo di un esponente di primo piano del governo che scarica tutte le colpe sui militari accusandoli apertamente di aver disobbedito agli ordini, solo per salvare la faccia in ambito politico.

Sommario
[VIDEO] Diciotti: attacco alla Guardia Costiera e bugie dal Sottosegretario Giorgetti al Fatto Quotidiano
Article Name
[VIDEO] Diciotti: attacco alla Guardia Costiera e bugie dal Sottosegretario Giorgetti al Fatto Quotidiano
Descrizione
Il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri: Guardia Costiera non rispetta gli ordini e sconfina nelle acque terriroriali maltesi
Author
Publisher Name
GrNet.it
Publisher Logo
Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.