Aeronautica, ministro del Qatar a Pozzuoli: «uomini e donne al servizio di una causa superiore»

ministro-Khalid-bin-Mohamed-Al-AttiyahRoma, 13 nov – «Vedo uomini e donne brillanti pronti a dedicare le loro vite al servizio di una causa superiore». Con queste parole il ministro degli Affari Esteri del Qatar, Khalid bin Mohamed Al-Attiyah, ha introdotto la sua prolusione durante l’inaugurazione dell’anno accademico 2014/2015 degli istituti di formazione dell’Aeronautica Militare, in corso di svolgimento presso l’Accademia Aeronautica di Pozzuoli.

Nel corso del suo intervento, in lingua inglese, il ministro si è detto fiducioso per il futuro dell’Italia ed in genere per un futuro più pacifico e sicuro per tutti. Successivamente, Khalid bin Mohamed Al-Attiyah ha evidenziato quanto «l’alleanza tra l’Italia e lo stato del Qatar non sia solo storica ma profonda, forte e viva». A tal proposito, il ministro ha ricordato la grande espansione del volume di scambi commerciali, che ha reso l’Italia «uno dei cinque maggiori fornitori del Qatar», e la collaborazione in politica estera, che ha portato al raggiungimento di importanti obiettivi condivisi, come nella primavera del 2011 in occasione della liberazione del popolo libico dalla dittatura.

Il ministro Al-Attiyah ha poi enfatizzato le numerose collaborazioni esistenti tra i due Paese in diversi campi, tra cui l’ambiente, la salute, la ricerca biotecnologica, le telecomunicazioni, i media, le scienze aeronautiche ed l’istruzione.

Nel corso dell’intervento presso l’Accademia Aeronautica di Pozzuoli, il ministro Khalid bin Mohamed Al-Attiyah, rivolgendosi al capo di stato maggiore dell’Aeronautica Militare, generale di squadra aerea Pasquale Preziosa, ha ricordato i quattro piloti tragicamente scomparsi nei cieli delle Marche il 19 agosto scorso: «come ex pilota di caccia sento un forte senso di fratellanza con tutti voi qui riuniti e con coloro che sono caduti in servizio».

Il ministro, poi, ha sottolineato l’importanza delle Forze Armate, in particolare dell’Aeronautica Militare «che ha addestrato alcuni dei migliori uomini e donne che io conosca. Il ruolo dell’Aeronautica Militare non può essere sottovalutato in un mondo in continuo cambiamento, che richiede nuove conoscenze e specializzazioni, come confermato dagli ultimi eventi in medio oriente».

Khalid bin Mohamed Al-Attiyah ha espresso parole di apprezzamento per il ruolo dell’Italia nel promuovere la pace internazionale, ricordando che «i nostri Paesi sono al fianco dei popoli che chiedono libertà e giustizia. […] Non riesco ad immaginare un modo più appropriato per onorare i nostri eroi caduti che dedicare noi stessi pienamente all’instancabile ricerca della pace».

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.