Aeronautica, esercitazione TJ15: scelta base di Trapani per motivi logistici ed operativi

TJ15Roma, 4 giu – Lo Stato maggiore dell’Aeronautica militare, in relazione allo svolgimento dell’esercitazione NATO denominata Trident Juncture 2015, precisa che «la scelta della base di Trapani, unitamente ad altre aree operative nazionali utilizzate dalle altre componenti, è stato preso in considerazione per motivi eminentemente logistici, operativi e di distanze percorribili per ottimizzare le risorse a disposizione e per la pregressa esperienza maturata nel corso di altre operazioni condotte sulla base».

«L’aeroporto di Decimomannu – prosegue la nota – mantiene la sua capacità operativa e la sua attività senza alcun tipo di limitazione o condizionamento».

La precisazione segue il lancio di agenzia dell’ANSA nel quale l’Aeronautica Militare, Reparto Sperimentale e di Standardizzazione al Tiro Aereo di Decimo, riferiva che lo spostamento della sede dell’esercitazione, dalla Sardegna alla Sicilia, sarebbe avvenuto perché nell’Isola non vi sarebbero “le condizioni per operare con la serenità necessaria”.

Nei mesi scorsi – scrive l’ANSA – vi sono state anche varie proteste contro la presenza di servitù e di basi militari nell’Isola di cui si è chiesto il ridimensionamento. “Nelle passate settimane sono state diffuse in Sardegna – ha precisato il comando militare – notizie prive di fondamento relative ad una prossima effettuazione dell’esercitazione Starex nell’Isola, la cui ultima edizione ha avuto luogo nel 2011. Ma il Reparto non è attualmente interessato, né lo sarà nella parte rimanente dell’anno, da alcuna esercitazione”. La prevista esercitazione internazionale Trident Juncture 2015 “inizialmente pianificata per il prossimo autunno e che avrebbe portato oltre 80 velivoli e circa 5.000 militari di varie nazionalità a operare sull’Aeroporto di Decimomannu, e a permanere nei territori circostanti per quattro settimane, è stata da tempo riprogrammata sull’aeroporto di Trapani. Come già comunicato in altre sedi – ha concluso il comando – la decisione di tale spostamento è stata presa dall’Aeronautica Militare perché si è ritenuto che in Sardegna non sussistessero le condizioni per operare con la serenità necessaria per attività di tale portata e complessità, che coinvolgerà tutte le aeronautiche dei Paesi Nato”.

La Trident Juncture 2015 si svolgerà sotto egida del Comando di Vertice Interforze (COI), che avrà luogo dal 28 settembre al 6 novembre in Italia, Spagna e Portogallo.

«Per quanto riguarda l’Aeronautica Militare – spiega lo Stato maggiore dell’Aeronautica – la TJ15 è finalizzata all’addestramento e alla verifica delle capacità dei suoi assetti nell’ambito di una forza ad elevata prontezza d’impiego e tecnologicamente avanzata composta anche da unità terrestri, navali e delle forze speciali da utilizzare rapidamente ovunque sia necessario».

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.