Polizia Penitenziaria: scatta la protesta dei Sindacati contro i tagli

picchetto-penitenziariaRoma, 7 ott – “Stanchi delle parole, della politica degli annunci e delle promesse non mantenute dal Governo sulla sicurezza del Paese e nei confronti del personale appartenente al Comparto Sicurezza ; dei pesanti tagli economici imposti alle risorse economiche destinate al sistema di protezione sociale e al rinnovo del contratto dei poliziotti – già scaduto da quasi due anni – a cui il Governo intende attribuire in maniera offensiva e irriguardosa un aumento di soli 40 euro mensili, abbiamo deciso di indire – congiuntamente alle altre organizzazioni sindacali della Polizia di Stato e del Corpo Forestale dello Stato – iniziative di forte protesta per i prossimi 15 e 28 ottobre a Roma, al fine di denunciare all’opinione pubblica il malessere della categoria e la scandalosa ed intollerabile condizione in cui vivono e sono costretti ad operare i poliziotti penitenziari”. Così i segretari generali di SAPPe, OSAPP, SINAPPE, CISL FNS, FP CGIL e USPPxUGL della Polizia Penitenziaria, che continuano: “Al Governo rammentiamo che gli impegni assunti devono essere rispettati, che la dignità, la professionalità e le retribuzioni dei poliziotti penitenziari, già tra i più bassi d’Europa, vanno adeguatamente compensate. E’ ora che l’esecutivo manifesti concretamente l’attenzione che pubblicamente dichiara di avere verso il personale che garantisce la sicurezza di questo Paese”.

sigle-penitenziaria

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.