Polizia penitenziaria, SAPPE: con il taglio dei fondi il Governo sta dismettendo di fatto il 41bis

gomRoma, 7 feb- «Al di là delle dichiarazioni pubbliche e di facciata di contrasto alla criminalità organizzata, è un dato di fatto oggettivo che poi non seguano fatti concreti da parte del Governo. E’ il caso dei fondi destinati al Gruppo Operativo Mobile (G.O.M.) della Polizia Penitenziaria, il cui Personale è impiegato nelle sezioni detentive dei 41bis nelle carceri italiane, che si è visto drasticamente ridotto gli stanziamenti a disposizione per le finalità istituzionali».

E’ quanto dichiara Donato CAPECE, segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE, la prima e più rappresentativa Organizzazione dei Baschi Azzurri.

«Per le sue finalità istituzionali e per gestire le circa 600 unità in servizio presso il G.O.M., erano stabilmente stanziate 3milioni e 200mila euro, che quest’anno sono stati drasticamente ridotti a 1milione e 400mila euro, con gravi ripercussioni sul servizio nelle sezioni detentive 41bis. Anche per la manutenzione dei circa 100 automezzi in uso al G.O.M. si sono ridotti i fondi: sono infatti stati stanziati solamente 40mila euro.

Considerato che la Legge 94 del luglio 2009 ha inasprito il regime di cui all’art.41 bis e ne ha affidato la gestione a personale appartenente ai reparti specializzati della Polizia Penitenziaria, quali appunto il Gruppo Operativo Mobile, che però con questi gravi tagli vede compromessa la sua operatività, è palese come sembri che il Governo stia dismettendo l’efficacia del 41bis dell’Ordinamento penitenziario, che è invece un punto cardine per combattere la criminalità. Auspico che la riconosciuta ed apprezzata sensibilità istituzionale del Ministro della Giustizia Angelino ALFANO e del Presidente del Consiglio dei Ministri Silvio BERLUSCONI ponga rimedio a questi gravi tagli, che pongono in serio pericolo l’esistenza stessa e la funzionalità del Gruppo Operativo Mobile del Corpo di Polizia Penitenziaria».

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.