POLIZIA PENITENZIARIA: ARRESTATO LATITANTE SCARCERATO PER ERRORE

polizia-penitenziaria1Il Nucleo Investigativo Centrale della Polizia Penitenziaria cattura il latitante Giovanni De MARTINO, scarcerato per errore a Pesaro. E’ il quarto latitante arrestato dalla fine del mese di luglio . Roma, 8 set – “Esprimo le mie più sincere congratulazioni alle donne ed agli uomini della Polizia penitenziaria appartenenti al Nucleo Investigativo Centrale del Corpo che, a seguito di una scrupolosa e approfondita attività info-investigativa, hanno arrestato il latitante De Martino Giovanni, condannato per traffico internazionale di sostanze stupefacenti. De Martino è il quarto latitante catturato, dalla fine del mese di luglio ad oggi, dal Nucleo Investigativo Centrale della Polizia penitenziaria ed è l’ennesima dimostrazione di quanto siano svolte con professionalità, senso del dovere e scrupoloso certosino le importanti attività di polizia giudiziaria ed intelligence poste in essere quotidianamente dai Funzionari, Ispettori, Sovrintendenti, Assistenti ed Agenti della Penitenziaria.”

E’ il commento di Donato Capece, segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE, la prima e più rappresentativa organizzazione di Categoria, all’importante operazione di servizio condotta dal Nucleo Investigativo Centrale del Corpo.

Giovanni De Martino fu scarcerato per errore il 16.06.09 dalla Casa Circondariale di Pesaro. Non appena giunta la notizia, il N.I.C della Polizia penitenziaria si è messo sulle sue tracce, attraverso attività di indagine di iniziativa compiute su tutto il territorio nazionale e, in particolare, in Asti (luogo di dimora della convivente del De Martino) ed Angri (Sa) dove risiedono di fatto i suoi familiari. Le attività di indagine, delegate al Nucleo Investigativo Centrale dalla Procura di Nocera Inferiore, sono continuate in maniera ancor più intensa anche attraverso intercettazioni telefoniche e altrettanti servizi di pedinamento. Il 28 agosto scorso il N.I.C della Polizia penitenziaria apprese, con assoluta certezza, che il latitante si trovava in Spagna. Le attività di intelligence poste in essere dal Nucleo Investigativo Centrale della Polizia Penitenziaria con le Autorità Spagnole ha permesso di arrivare in tempi brevissimi alla cattura del latitante De Martino.

“Bravi e complimenti, dunque, al Personale impiegato presso il Nucleo Investigativo Centrale della Polizia Penitenziaria” – conclude il segretario generale del SAPPE Capece.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.