Padova, Polizia Penitenziaria sventa un tentativo di evasione

carcere_lecceIl detenuto è un extracomunitario ricoverato nell’Ospedale civile di Padova. Roma, 4 gen – “E’ solo grazie alla professionalità, alle capacità ed all’attenzione del Personale di Polizia Penitenziaria impegnato nel servizio di piantonamento che ieri sera dall’Ospedale civile di Padova è stato sventato un clamoroso tentativo di evasione da parte di un detenuto extracomunitario. I nostri colleghi hanno infatti bloccato tempestivamente il detenuto, nonostante questi avesse prima aggredito i nostri agenti e poi seminato il panico ed il terrore tra gli altri degenti dell’Ospedale. Bravissimi i colleghi di Padova, che lavorano sotto organico e in condizioni difficili. Questo grave episodio conferma ancora una volta le gravi criticità del sistema carcere ed accade a pochi giorni dalla clamorosa denuncia del SAPPE alla trasmissione “Striscia la notizia” proprio sui gravi rischi per la sicurezza connessi al servizio di piantonamento di detenuti press l’Ospedale civile di Padova”

E’ quanto dichiara Donato CAPECE, segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE, la prima e più rappresentativa organizzazione dei Baschi Azzurri, in relazione a quanto avvenuto ieri sera nell’Ospedale civile di Padova, dove un detenuto ricoverato ha tentato la fuga.

La situazione delle carceri in Italia è drammatica – prosegue Capece –  a causa del sovraffollamento, dovuto ad una costante crescita dei detenuti che dall’inizio del 2009 sono aumentati di oltre 10.000 unità, mentre il personale di Polizia penitenziaria continua a diminuire  di circa 1.000 unità all’anno, tant’è che allo stato attuale mancano oltre 5.000 agenti rispetto alle piante organiche previste dal decreto ministeriale del 2001. Oggi nelle carceri italiane ci sono circa 66mila detenuti, dei quali oltre 25.000 sono stranieri, soprattutto extracomunitari come il detenuto che ieri sera ha tentato la fuga dall’Ospedale patavino. Nella casa di reclusione di Padova ci sono più di 800 detenuti presenti a fronte dei 439 posti regolamentari e quasi l’80% sono extracomunitari, la percentuale in assoluto più alta in Italia.  Mancano in organico più di 110 appartenenti ai vari ruoli della Polizia Penitenziaria (agenti, assistenti, sovrintendenti ed ispettori)! Questi emblematici dati fanno comprendere anche ai non addetti ai lavori come i livelli di sicurezza dei nostri penitenziari siano assai limitati e in quali drammatiche condizioni lavorino i nostri Agenti. Anche quando piantonano i detenuti nell’Ospedale civile padovano in condizioni estremamente difficili, peraltro denunciate dal SAPPE qualche giorno fa anche a “Striscia la notizia”. E allora rivolgiamo un grande plauso ai colleghi di Padova che hanno impedito il verificarsi di una evasione dall’Ospedale civile e ch gli altri i degenti e visitatori si trovassero in condizioni di pericolo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.