CARCERI, SAPPE: AD IMPERIA “URGE DICHIARARE LO STATO DI CALAMITA'”

Imperia, 9 lug – “La Polizia Penitenziaria imperiese deve fare i conti con l’ottusità gestionale dei vertici dell’amministrazione penitenziaria. 5 detenuti evasi, innumerevoli risse, aggressioni e proteste interne l’istituto , (ricordando anche la memoria del un collega suicida), ed oggi il tentativo suicidio di un detenuto (salvato solo grazie alla tempestività della Polizia Penitenziaria) non bastano per convincere l’Amministrazione penitenziaria ad adottare urgenti misure per arginare e fronteggiare l’emergenza carceri in atto ad Imperia ed in tutta la Liguria. La situazione numerica ormai è di dominio pubblico, ma top secret rimangono le modalità d’intervento dei nostri vertici.
Nel frattempo gli episodi tragici si susseguono e la Polizia Penitenziaria è sempre più sola e lasciata al suo destino.”
S’infuria Michele LORENZO segretario regionale del SAPPe Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria l’organizzazione sindacale maggiormente rappresentativa, e annuncia: “necessita dichiarare lo stato di calamità per quello che accade nelle carceri di Imperia e della Liguria. Dove sono i nostri politici? che fine hanno fatto gli amministratori locali? La nostra amministrazione penitenziaria si limita solo a gestire facendo affidamento sulla Poliiza Penitenziaria.”
“Ora basta – continua LORENZO – annunciamo un autunno molto caldo, stiamo preventivando una serie di manifestazioni sotto le Prefetture delle città liguri. Il ministro ALFANO ha promesso una visita ai penitenziari liguri, è giunta ora che mantenga la sua promessa, anche SE NON SIAMO IN CAMPAGNA ELETTORALE.”
“Se il ministro imperiese Scajola tiene alla sua città ed alla sicurezza (campagna di battaglia elettorale del centro destra) deve intervenire presso il Presidente del Consiglio per interventi straordinari. Dichiariamo, da oggi lo stato di agitazione in tutti gli istituti della Liguria. Rinnoviamo l’invito a Franco IONTA, capo del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria ad evitare di venire ad Imperia il prossimo 15 Luglio. Dedichi il suo tempo a trovare valide soluzioni al problema, considerato che è anche commissario straordinario per la carceri. Ribadiamo la nostra solidarietà alla Polizia Penitenziaria di Imperia, personale degno di ogni considerazione da parte di tutta la cittadinanza imperiese.”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.