Carceri: poliziotto penitenziario sucida ad Augusta. E’ il secondo della giornata

polizia-penitenziaria2Roma, 27 lug – «Se non fosse incredibilmente vero, direi di vivere una dimensione alterata. Abbiamo appena ricevuto la notizia che un altro poliziotto penitenziario, Gagliano Giuseppe, in servizio nel carcere di Augusta si è tolto la vita, nella propria abitazione questo pomeriggio intorno alle 16.15, sparandosi con la pistola di ordinanza. E’ il secondo suicidio di un agente penitenziario in questa giornata infame. Il settimo del 2012 , il 95° del decennio. Ancora una volta, inermi, impauriti, scioccati non possiamo che far giungere alla famiglia, ai colleghi, agli amici i nostri sentimenti del più vivo cordoglio. E’ l’ora per tutta la polizia penitenziaria di dimostrare la capacità di tenuta».

Così Eugenio Sarno, Segretario Generale UIL Penitenziari.

«Invito tutti i colleghi e tutte le colleghe – aggiunge accorato Sarno – a non deprimersi; ad affrontare con lucidità queste ore drammatiche e contribuire, con il nostro indispensabile carico di umanità e professionalità, acchè il sistema penitenziario non collassi definitivamente, consapevoli di essere l’ultimo baluardo a difesa della dignità umana in quelle discariche sociali che sono le nostre galere».

«Ai politici, al Governo, al Capo dello Stato, ovvero a coloro che possono, ma evidentemente non vogliono – conclude Sarno -, rivolgiamo un nostro disperato grido di aiuto. Siamo allo stremo. Spremuti e prosciugati. In sintesi siamo giunti al capolinea».

Stamattina anche un assistente Capo di 48 anni M.M., in servizio alla Casa Circondariale di Vasto, si è tolto la vita sparandosi un colpo con la pistola d’ordinanza mentre si apprestava al bar del carcere per la colazione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.