Carceri, il DAP ai poliziotti il pagamento della Caserma. SAPPE: «Vergognoso»

polizia-penitenziaria-traduzioniL’appello al Ministro Cancellieri. Roma, 9 ago – «In più occasioni abbiamo definito quella Penitenziaria una Amministrazione matrigna e nemica verso i poliziotti, che assume decisioni palesemente in contrasto con le regole minime del buon senso. Ne è un esempio eclatante l’ultima decisione di un magistrato burocrate del DAP, che ha imposto dal 1° settembre il pagamento delle Caserme da parte degli Agenti di Polizia Penitenziaria».

E’ quanto dichiara Donato Capece, segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE.

«Sembra una barzelletta: quegli agenti che sono costretti a dormire nelle Caserme delle carceri, lontani dalle famiglie, perché il loro stipendio non permette loro di potersi prendere una casa in affitto, che combattono ogni giorno nelle carceri la tensione determinata dal sovraffollamento, che accorrono anche fuori servizio in caso di eventi critici nei penitenziari vengono maltrattati dalla loro stessa Amministrazione! Ci appelliamo al Ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri perché sospenda questa assurda decisione del DAP».

Capece informa che se non verrà ritirata tale disposizione il SAPPE porterà prossimamente in piazza «l’ira delle donne e degli uomini della Polizia Penitenziaria che, nell’indifferenza dei piani alti del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, combattono ogni giorno – nella prima linea delle sezioni detentive delle carceri, a bordo dei mezzi che trasportano i detenuti, nelle sale degli Ospedali in cui piantonano i detenuti ricoverati – le gravi criticità penitenziarie che si caratterizzano per il pesante sovraffollamento e la consistente carenza dei nostri organici».

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.