A10, incidente durante il trasporto di un detenuto: 3 poliziotti feriti

polizia_penitenziaria01gRoma, 28 mar –  «Dobbiamo davvero ringraziare Dio se l’incidente di questa mattina che ha coinvolto un mezzo della Polizia Penitenziaria non si è trasformato in una tragedia. Ai tre colleghi dei Baschi Azzurri rimasti feriti voglio esprimere la nostra vicinanza e l’augurio di una pronta guarigione. Ma è evidente che questo grave episodio deve fare seriamente riflettere sui gravi rischi che le donne e gli uomini della Polizia Penitenziaria quotidianamente affrontano nel trasportare i detenuti».

E’ quanto dichiara Roberto Martinelli, segretario generale aggiunto e commissario straordinario ligure del Sindacato di Polizia Penitenziaria SAPPE, il primo e più rappresentativo Sindacato del Corpo, in merito all’incidente stradale avvenuto questa mattina sulla A10, all’altezza di Imperia Ovest, che ha visto coinvolto un mezzo della Polizia Penitenziaria di Sanremo mentre trasportava un detenuto (rimasto illeso nell’impatto) all’aeroporto di Genova con successiva destinazione Bari.

«Questo incidente stradale deve fare seriamente riflettere sulle quotidiane difficoltà operative con cui si confrontano quotidianamente le unità di Polizia Penitenziaria in servizio nei Nuclei Traduzioni e Piantonamenti dei penitenziari: agenti che sono sotto organico, non retribuiti degnamente, con straordinari e missioni non pagate, impiegati in servizi quotidiani ben oltre le 9 ore di servizio, con mezzi di trasporto dei detenuti spessissimo inidonei a circolare per le strade del Paese e con centinaia di migliaia di chilometri già percorsi. In queste condizioni non si può certo lavorare nelle migliore condizioni ma lo si fa con la forza dello spirito di appartenenza e ricorrendo talvolta anche al proprio portafoglio».

Martinelli sottolinea “l’incoerenza” dell’Amministrazione penitenziaria che aveva nel 2007 istituito un Gruppo di lavoro presso il Ministero della Giustizia per la rivisitazione delle modalità organizzative dei Nuclei Traduzioni e Piantonamenti: «Il Gruppo di lavoro, al quale ho personalmente partecipato come rappresentante del SAPPE, nasceva proprio dalla necessità di riscrivere le modalità operative del Personale alla luce delle esperienze concrete e quotidiane dei poliziotti dei Nuclei, ma l’Amministrazione lo ha boicottato fin da subito visto che ha convocato solamente due o tre riunioni e poi l’ha  improvvisamente sciolto senza ragione alcuna. Intanto, alcuni mesi fa, un incidente di un mezzo della Polizia Penitenziaria di Avellino in avaria con i freni avrebbe potuto causare, sulla Bari-Napoli, una strage. E molte sono anche le traduzioni interrotte per guasti meccanici. Ciò testimonia, come più volte denunciato dal SAPPE, l’inadeguatezza e l’obsolescenza del parco automezzi in dotazione alla Polizia Penitenziaria. Nel rinnovare l’augurio ai colleghi feriti questa mattina sulla A10 di una pronta guarigione, auspico che questo incidente faccia seriamente riflettere su quali criticità quotidianamente affrontano i Baschi Azzurri della Penitenziaria nei servizi di traduzione dei detenuti».

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.