Sicurezza, polizia: a Napoli chiude un altro commissiariato “di frontiera”

poliziotto_quartiereIl Coisp: lo Stato abbandona decine di migliaia di onesti cittadini. Napoli, 24 set – “Si è tenuto in data odierna, alle ore 10.00, presso il Dipartimento della P.S., il previsto incontro per discutere della bozza di decreto concernente la soppressione del Commissariato di Polizia di ‘Chiaiano’.” E’ quanto comunicato con una nota dalla segreteria nazionale del sindacato di polizia Coiso.

“In rappresentanza dell’Amministrazione erano presenti il Direttore dell’Ufficio Relazioni Sindacali dott. De Rosa ed il Direttore del Servizio Affari Generali della Polizia di Stato dott. De Cristofaro.
Durante l’incontro i rappresentanti dell’Amministrazione della P.S. hanno evidenziato l’intenzione di procedere alla chiusura del Commissariato di P.S. Chiaiano, lasciando presso la medesima sede alcuni alloggi per il personale della Polizia di Stato, ed un Ufficio Denunce che dovrebbe essere attivo dalle 8.00 alle 20.00″.
“Il COISP ha denunciato che la chiusura del Commissariato di Chiaiano è l’esempio di una evidente schizofrenia amministrativa.
Nel lontano 1997 vi è stato aperto un posto di Polizia a causa delle molteplici organizzazioni criminali presenti sul territorio, a causa del numero impressionante di rapine e tanti altri reati di criminalità c.d. predatoria; successivamente, ovvero circa 4 anni addietro, essendosi reso conto che il tessuto sociale di quel territorio è sempre più compromesso e che quindi erano necessari interventi più incisivi al fine di tentare di affermare la presenza dello Stato e la Legalità, è stato costituito il Commissariato di Chiaiano con una forza organica dignitosa di circa 50 poliziotti.
Ed oggi? Il Dipartimento della Pubblica Sicurezza cambia di nuovo idea, ci dice che da una valutazione fatta dalle Autorità Provinciali di Pubblica Sicurezza di Napoli, ed in particolare valutando la richiesta di chiusura avanzata dal Questore di Napoli, ha deciso o sta decidendo di abbandonare al loro destino decine di migliaia di onesti cittadini che in quell’area e nei paesi limitrofi vedevano con estremo favore la presenza di un presidio dello Stato in una terra aggredita quotidianamente dal cancro della camorra”.

“Beh, quale è la logica di una azione del genere? Forse che – abbiamo chiesto – lo Stato scappa? Lo Stato va via?
Il COISP, durante il suo duro intervento, ha affermato la sua forte contrarietà alla chiusura del Commissariato di Chiaiano, sottolineando di voler conoscere nei particolari le mutazioni sociali ed economiche che hanno portato il Dipartimento della P.S. ed il Questore di Napoli a giudicare inutile l’esistenza di tale Commissariato”.

“Noi del COISP – conclude la nota – siamo certi che i poliziotti del Commissariato di Chiaiano, sebbene ridotti a pochissime unità dai trasferimenti senza sostituzione, voglio restare li, vogliono restare al loro posto a difendere quei cittadini onesti che li sostengono ed al fianco di una municipalità che ha loro fornito un dignitoso stabile dove da tempo si è insediato il Commissariato”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.