Polizia, concorso interno con questionari errati. Il ministero dell’Interno reitera la prova scritta

auto_poliziaConvocati nuovamente 1037 poliziotti, a tutti saranno rimborsate le spese di viaggio e di missione.
Roma, 2 apr – Pasticcio al concorso interno per 108 posti da vicesovrintendente indetto dal Ministero dell’Interno. A seguito della presentazione di numerosi ricorsi sono stati accertati palesi errori nei questionari assegnati ai concorrenti. Il Ministero ha quindi sospeso la precedente graduatoria e ha ricovocato ben 1037 agenti della Polizia di Stato per ripetere una, due o tre domande errate, il tutto, naturalmente a spese dello Stato che dovrà rimborsare i biglietti di aerei e treni anche a coloro che arrivano da lontano e che dovranno rispondere ad una sola domanda nel tempo massimo di un minuto. Le domande del questionario risultate errate afferiscono tutte alla materia “Legislazione di Pubblica Sicurezza e Leggi Speciali”. Alcuni sindacati di Polizia stanno valutando l’opportunità di predisporre ricorsi giurisdizionali e una formale denuncia alla Corte dei Conti per il danno cagionato all’erario.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.