Politici ex appartenenti alle Forze dell’ordine, Coisp: “solo inutili yes man di questo Governo che ci ha pugnalato alle spalle”

MaccariRoma, 7 lug – “E’ chiaro che non godranno più di alcuna credibilità, agli occhi di quanti indossano una qualunque divisa, tutti quei politici che in passato hanno fatto parte delle Forze dell’Ordine. Come potrebbe essere altrimenti, dal momento che non si riesce a registrare ancora nessun significativo intervento di quei rappresentanti istituzionali che hanno un passato da tutori dell’ordine – specie del Pdl – contro le scellerate intenzioni del Governo, che con questa assurda manovra finanziaria vuole mettere in ginocchio gli Operatori del Comparto Sicurezza. Abbiamo bisogno di gente che ci rappresenti seriamente, non di inutili yes man che sono solo fantocci nelle mani di chi decide come gli pare infischiandosene dei cittadini, e non si oppongono a questo scempio”.  
E’ quanto afferma Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp – il Sindacato Indipendente di Polizia, che a nome di tutti gli iscritti al Sindacato, “ma nell’interesse di tutti i colleghi Poliziotti, Carabinieri, Finanzieri, e di tutti gli Operatori del Comparto Sicurezza”, torna a scagliarsi contro il provvedimento in discussione in queste ore. La campagna del Coisp “Ancora una volta… Ci hanno pugnalato alle spalle!” che sta animando le città italiane da Nord a Sud si accompagna, infatti, a numerosi interventi di contestazione nei confronti, spiega Maccari, di “un Governo che ha detto solo bugie in campagna elettorale, strumentalizzando le paure degli italiani e promettendo di puntare sull’azione di contrasto alla criminalità ma poi, di fatto, tradendo le aspettative della gente – quella perbene, ovviamente, perché i criminali invece stanno già festeggiando –  e nostre”.
“Gli elettori – tuona Maccari – misureranno politici e amministratori dai fatti, e lo faranno anche uomini e donne in divisa che su tutto non possono sopportare la codardia e la vigliaccheria, e cioè la mancanza di coraggio e la mancanza di spina dorsale e coerenza quando in ballo ci sono i propri micragnosi interessi da difendere. Ciascuno dovrebbe fare il proprio dovere come un buon padre di famiglia, secondo scienza e coscienza, ma se è così, ed i nostri politici ex appartenenti alle Forze dell’Ordine – conclude il leader del Coisp – ritengono onestamente e convintamente di non doversi opporre agli strazi che il Governo vuole riservare a chi fa ciò che anche loro hanno fatto in passato, ma con mille sacrifici in più, beh allora non osiamo immaginare quale sia il livello qualitativo della gestione dei rispettivi nuclei familiari di lor signori!” ico_commenti Commenta

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.