‘Ndrangheta: arresti e perquisizioni della Polizia italiana in Costa Rica

polizia-costaricaRoma, 15 ott – Dalle prime ore di stamane, è in corso una operazione della Polizia di Stato in Costa Rica. Perquisizioni e arresti – disposti dalla Procura Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria e dalla Fiscalia General contra la delincuencia organizada di San Josè – sono in corso nell’entroterra della Penisola caraibica.

L’operazione (circa 10 provvedimenti emessi dall’Autorità Giudiziaria italiana) mira a stroncare un ingente traffico di droga tra America ed Europa che farebbe capo, tra gli altri, al titolare di una società di import-export del Costa Rica, e rappresenta un nuovo segmento investigativo dell’inchiesta denominata Columbus, conclusasi nel maggio scorso con l’esecuzione di 13 provvedimenti restrittivi, eseguiti in Italia e negli Stati Uniti, nei confronti di un sodalizio ritenuto legato alla ‘ndrangheta ionico-reggina.

Gli arrestati sarebbero tutti stranieri, direttamente legati a Gregorio GIGLIOTTI, arrestato a maggio a New York, ristoratore calabrese, residente nel Queens, considerato broker internazionale del traffico di cocaina fra Costarica, Stati Uniti ed Europa Italia.

Le accuse per i destinatari dei provvedimenti restrittivi, emessi dalle Autorità giudiziarie di Reggio Calabria e di San José, sono quelle di associazione per delinquere finalizzata al traffico internazionale di droga.

L’operazione vede impegnati agenti costaricensi del O.I.J. (Organismo de investigacion Judicial) e squadre miste e congiunte della Polizia di Stato (Servizio Centrale Operativo – Squadra Mobile di Reggio Calabria), di F.B.I., Homeland Security e Interpol. Le attività investigative hanno ricostruito l’organigramma del sodalizio, la struttura organizzativa, le condotte transnazionali e le rotte del narco-traffico, consentendo di qualificare i rapporti fra esponenti della ‘ndrangheta e trafficanti attivi nel Centro – America, in contatto con narcos colombiani, tuttora oggetto di indagini. Numerosi sequestri di cocaina sono stati effettuati, nel corso delle indagini, in Costarica, Olanda, Belgio, Spagna e Stati Uniti.

I dettagli saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà, alle 11.00, presso la Questura di Reggio Calabria, alla quale parteciperanno i magistrati inquirenti ed i vertici degli organismi investigativi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.