Decreto per fondi al comparto Sicurezza, Maccari: “ci tolgono i soldi da una tasca per metterceli nell’altra”

coisp-protestaRoma, 24 mar – «Chi oggi canta vittoria per l’approvazione del decreto per lo stanziamento dei fondi per il comparto Sicurezza e Difesa si sta rendendo complice del Governo in questa clamorosa truffa ai danni degli Appartenenti alle Forze dell’Ordine».

Ad affermarlo è Franco Maccari, Segretario Generale del COISP – il Sindacato Indipendente di Polizia.

«Il decreto – spiega Maccari -, per tentare di aggiustare i danni prodotti dalla manovra finanziaria, non prevede altro che l’utilizzo dei fondi già accantonati e destinati al riordino delle carriere. Insomma: non ci sono nuovi fondi destinati al Comparto, ma ci tolgono i soldi da una tasca per metterceli nell’altra. E’ il solito gioco delle tre carte, ma ciò che è più grave è il fatto che alcuni sedicenti rappresentanti sindacali si prestano a fare da compari a un Governo imbroglione. Noi non ci facciamo ingannare da giochi di prestigio di un esecutivo che, soltanto dopo la protesta di Arcore e la manifestazione di oggi a Roma, ha deciso di varare un provvedimento che rappresenta poco più di una nuvola di fumo. Per questo continuiamo la nostra protesta, nonostante qualche sindacato abbia deciso di cantare vittoria senza avere ottenuto nulla, e di restare a casa in preda a una sorta di “sindrome di Scilipoti”: fino a ieri era fortemente critico nei confronti del governo, mentre oggi, evidentemente richiamato all’ordine, si aggrega alla pittoresca area dei “responsabili”. Peccato che questo sia un atteggiamento da veri “irresponsabili” nei confronti del Comparto Sicurezza».

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.