Cyberbullismo: nel Safer Internet Day la Polizia incontra 60mila studenti

Roma, 6 feb – Nell’ambito delle iniziative promosse per celebrare il Safer Internet Day 2018, che quest’anno si terrà martedì 6 febbraio 2018, la Polizia Postale e delle Comunicazioni in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, ha organizzato un workshop sul tema del cyberbullismo sul tutto il territorio nazionale.

Si tratterà di un’edizione speciale del progetto Una vita da social con lo svolgimento, in contemporanea, di incontri presso le scuole di 100 capoluoghi di provincia italiani. La Polizia Postale e delle Comunicazioni incontrerà oltre 60.000 ragazzi in occasione del Safer Internet Day, sul tema “Creare, connettere e condividere il rispetto: una migliore connessione internet inizia con te”.

L’obiettivo delle attività di prevenzione/informazione è insegnare ai ragazzi a sfruttare le potenzialità comunicative del web e delle community online senza correre rischi connessi al cyberbullismo, alla violazione della privacy altrui e propria, al caricamento di contenuti inappropriati, alla violazione del copyright e all’adozione di comportamenti scorretti o pericolosi per sé o per gli altri, stimolandoli a costruire relazioni positive e significative con i propri coetanei anche nella sfera virtuale.

La sensibilizzazione sui temi della sicurezza e dell’uso responsabile della rete è un impegno quotidiano della Polizia Postale e delle Comunicazioni e la collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, della Università e della Ricerca è assolutamente determinante.

Iniziative come la giornata mondiale dedicata alla sicurezza in Internet – ormai celebrata in oltre 100 paesi – sono di grande importanza perché aiutano a portare la sicurezza della rete all’attenzione di un grande numero di utenti, soprattutto adulti, che sono oggi nel nostro paese quelli meno consapevoli dell’importanza di educare i minori ad un uso sicuro e responsabile della rete.

«La Polizia Postale e delle Comunicazioni – ha spiegato Nunzia Ciardi, Direttore del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni – svolge da oltre dieci anni un’incisiva attività di sensibilizzazione affinché i rischi della rete, soprattutto nei confronti dei minori, non debbano costituire un limite allo sviluppo della comunicazione sul web, ma al contrario un valore aggiunto per la propria crescita culturale. Iniziative come queste – conclude la Ciardi – sono fondamentali per far conoscere , alle nuove generazioni, come utilizzare al meglio le tecnologie della rete senza incorrere in inutili rischi».

«Capire i ragazzi, sempre più proiettati nel mondo online, oggi non è sempre per gli adulti compito agevole, soprattutto quando si tratta di comprenderne i bisogni e i modelli di riferimento – afferma Roberto Sgalla, Direttore Centrale per la Polizia Stradale, Ferroviaria, delle Comunicazioni e per i Reparti Speciali della Polizia di Stato. Per fare della rete internet un luogo più sicuro crediamo tuttavia – conclude Sgalla – che occorra anche continuare a diffondere una cultura della sicurezza: in questo contesto si inseriscono gli incontri nelle scuole su tutto il territorio nazionale per celebrare la giornata mondiale del Safer Internet Day, coinvolgendo un grande numero di studenti per sensibilizzarli su un tema così importante».

Sommario
Cyberbullismo: nel Safer Internet Day la Polizia incontra 60mila studenti
Article Name
Cyberbullismo: nel Safer Internet Day la Polizia incontra 60mila studenti
Author
Publisher Name
GrNet.it
Publisher Logo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.