Truffa all’Unione Europea: denunciate tre persone in Sicilia

finanzieri298Roma, 11 mar – Nel corso delle attività dirette a controllare l’indebita percezione di contributi comunitari, erogati a favore delle Aziende ragusane, attraverso attenti monitoraggi tesi ad enucleare i soggetti a rischio è stata individuata un’azienda di Scicli.
Le operazioni esperite anche mediante l’effettuazione di controlli incrociati consentiva alla Tenenza della Guardia di Finanza di Modica di depositare alla locale Autorità Giudiziaria, corposa informativa di reato con la quale venivano denunciati 3 soggetti fra cui il rappresentante legale dell’azienda agricola destinataria dei contributi, responsabili a vario titolo, dei reati previsti e puniti  dagli articoli 640 bis, 110 e 483 del C.P..
In sintesi, il meccanismo fraudolento scoperto dagli investigatori si è realizzato, tra l’altro, mediante l’utilizzo di false attestazioni ( dichiarazione liberatoria del fornitore e dichiarazioni sostitutive di atto notorio) ed altri artifizi posti in essere con la connivenza del titolare della ditta fornitrice dell’impianto di serricoltura ubicata nel nord-italia.
Contestualmente è stato richiesto all’Autorità Giudiziaria anche il sequestro “per equivalente” dei beni dell’indagato fino alla concorrenza dell’importo indebitamente percepito pari ad € 1.000.000,00.
Analoga segnalazione è stata trasmessa alla Procura Regionale presso la Corte dei Conti di Palermo, per le ipotesi di danno erariale connesse alla indebita percezione dei contributi percepiti.
Il monitoraggio dei finanziamenti erogati è tutt’ora in corso e non si esclude di accertare altri illeciti penali della specie.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.