Tortona: la Guardia di Finanza scopre evasione da 50 milioni, denunciati due imprenditori

finanza_autoTortona, 17 gen – La Guardia di Finanza di Tortona ha scoperto un’evasione fiscale di oltre 50 milioni di euro messa a segno da una società di capitali tortonese operante nel settore del commercio di autovetture. Denunciati all’Autorità Giudiziaria i due responsabili nella loro qualità di soci e amministratori per non aver presentato le dichiarazioni dei redditi e dell’IVA.

Dietro l’apparenza infatti di un’impresa seria, molto attiva sul mercato e con un fatturato di più di 22 milioni di euro, diverse migliaia di autovetture vendute in Italia e all’estero, una sede legale in centro città, a Tortona, e personale dipendente regolarmente assunto, si nascondeva una società dalle scritture contabili falsate e inattendibili. Le tasse e le imposte non venivano sistematicamente versate, riuscendo in tal modo a essere più competitiva sul mercato e consentendo ai due proprietari di accumulare ricchezze illecite.
L’elevato tenore di vita dei due soggetti, peraltro ostentato anche attraverso il possesso di auto di grossa cilindrata, shopping sfrenato in boutique di lusso, vacanze costosissime, non è sfuggito ai militari delle Fiamme Gialle che hanno avviato tutti i riscontri e gli accertamenti del caso, anche con la collaborazione di organismi comunitari, grazie ai quali sono emerse tutte le operazioni commerciali effettuate dalla società. L’attività di verifica fiscale terminata dalla Guardia di Finanza tortonese ha fatto emergere come la società avesse nascosto al Fisco oltre 46 milioni di euro ed evaso l’IVA per un ammontare superiore ai 7 milioni e mezzo di euro. Per gli stessi fatti nonchè per l’appropriazione indebita di circa un milione di euro sottratti dalla casse societarie, i due amministratori sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Tortona. (ASCA)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.