Operazione “caccia al traditore”, arrestati 2 ex finanzieri

auto-Finanza4Sondrio, 17 feb – I militari della Guardia di finanza di Sondrio, dopo due anni di indagini coordinate dal pm Stefano Latorre con intercettazioni e pedinamenti, hanno arrestato per concorso in concussione continuata due ex colleghi, in servizio sino al 2008 e oggi in pensione. Nelle ultime ore sono trapelati i nomi dei due ex pubblici ufficiali sottoposti agli arresti domiciliari su ordinanze del gip Fabio Giorgi, al termine dell’operazione denominata ‘Caccia al traditore’. Si tratta di A. F., 60 anni, residente a Tirano (Sondrio), e M. R., 53 anni, che abita a Talamona (Sondrio).

Gli investigatori del colonnello Marco Selmi, hanno accertato, attraverso indagini bancarie, introiti ritenuti non giustificabili per un importo di circa 360 mila euro. I due arrestati, in sostanza, sono accusati di aver garantito protezione e immunità mentre erano in servizio, in cambio di benefici anche economici, a un’organizzazione criminale di cinque persone specializzate nel contrabbando di orologi di valore e gioielli con base nella località extradoganale di Livigno (Sondrio) e con clienti in mezza Italia, per un business calcolato in un milione e 700 mila euro. (ANSA)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.