Guardia di Finanza: donne con seno “rifatto” non idonee all’arruolamento

seno1Schirru (Pd): Eliminare discriminazioni. Roma, 30 lug – “Numerose donne negli ultimi tempi mi hanno segnalato che, a causa della presenza di protesi mammarie bilaterali, quindi non a causa della presenza di una patologia, bensì per la protesi conseguente un intervento di chirurgia estetica, sono state dichiarate inidonee al all’arruolamento nella Guardia di Finanza”. Lo dichiara Amalia Schirru, deputata del Pd, che ha presentato al ministro della Difesa e al ministro per le Pari opportunità, un’interrogazione per chiedere un adeguamento dell’elenco delle cause di non idoneità delle donne nelle Forze Armate e, più in generale, per sollecitare una revisione della materia inerente il servizio militare femminile. “Ritengo che una direttiva di ben dieci fa – spiega Schirru -, basata sul risultato di interventi di chirurgia estetica anteriori al 2000, non può sicuramente regolamentare le attuali situazioni. Alla luce della notevole evoluzione nel campo della chirurgia plastica ed estetica numerosi sono stati i passi in avanti, al punto che anche le convinzioni e i pregiudizi in campo medico, come nel senso comune, hanno subito un notevole cambiamento che richiede un necessario adeguamento rispetto ai tempi, alle conoscenze ed alle tecniche di intervento. Tra l’altro, già nel 2000 anche il ministero delle Pari opportunità aveva puntualizzato ch tutti i requisiti di idoneità, compresi quelli fisici, per i concorsi sull’ingresso delle donne nei Corpi militari finora riservati agli uomini andavano rivisti. Per questa casistica specifica sarebbe opportuno parlare d’inidoneità solo in caso di misure (naturali o modificate con la chirurgia estetica) veramente fuori dalla norma, tali da essere considerate veri e propri ostacoli ai movimenti e all’attività fisica necessaria alla vita e al tipo di lavoro che le future finanziere andranno a svolgere. Mi auguro che – conclude la deputata del Pd – entro il 6 settembre, scadenza di revisione per molte ragazze, possa cambiare qualcosa”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.