GDF: scoperta truffa per favorire l’immigrazione clandestina

finanza-RGUn’azienda agricola era usata come copertura. Ragusa,12 nov – I militari della Guardia di Finanza,  nel corso di una autonoma attività investigativa, hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Ragusa 27 soggetti , per i reati di truffa, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, indebita percezione di contributi agricoli, fatture per operazioni inesistenti e produzione e falsificazione di documenti.
L’organizzatore della truffa un vittoriese tale V.C. di anni 45, con precedenti penali per Associazione a delinquere finalizzata alla truffa ai danni dello Stato, era dedito alla illecita attività finalizzata a far ottenere il permesso di soggiorno o il rinnovo a numerosi cittadini extracomunitari. Tale modus operandi si palesava mediante l’assunzione fittizia di extracomunitari nell’impresa da lui gestita, creando così anche i presupposti per chiedere e ottenere indebitamente l’indennità di disoccupazione agricola elargita dall’INPS.. A questo scopo era stata creata ad hoc una società “fantasma”, che veniva utilizzata illecitamente anche per  emettere fatture per operazioni inesistenti.
L’attività in questione rappresenta un parte specifica dell’ampio monitoraggio complessivo che la Guardia di Finanza della Provincia di Ragusa sta svolgendo a 360° nei confronti dell’immigrazione clandestina.
In effetti le attività negli ultimi tempi hanno riguardato la repressione degli scafisti, degli organizzatori dei barconi della speranza, nonché, i corrieri dei documenti falsi e in ultimo con questo servizio gli utilizzatori finali dell’immigrazione clandestina.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.