Fisco: Guardia di Finanza scopre evasione e false fatture per delle ricerche in Mongolia

controlli_finanzaEvasione da 4,5 milioni, 58 denunciati. Milano, 14 giu – E’ di 58 persone denunciate e 4,5 milioni di euro nascosti al fisco il bilancio dell’operazione della guardia di finanzia di Como che ha permesso di scoprire un giro di fatture false emesse da due societa’ brianzole, sconosciute all’erario, per attestate rilievi geologici o ricerche di mercato in Mongolia. La fantasia dei truffatori ha insospettivo gli investigatori. Di volta in vola le fatture delle due societa’ si adattavano al settore degli imprenditori compiacenti: dai rilievi geologici alla posa in opera di vetri, dalla manutenzione di giardini fino alla partecipazione a fiere e ricerche di mercato in Mongolia. Societa’ ‘multifunzionali’ in teoria, ma in pratica entrambe costituite e gestite da una sola persona. L’indagine degli uomini della compagnia delle Fiamme Gialle di Erba, durata quasi due anni, ha permesso cosi’ di smascherare le due societa’ che garantivano false fatture a piccoli e medi imprenditori, operanti in varie provincie lombarde e piemontesi. I militari hanno messo a segno 35 perquisizioni con il sequestro di documentazione contabile e denunciato 58 imprenditori. Gli inquirenti sono riusciti, attraverso due verifiche fiscali e numerosi controlli incrociati, a ricostruire l’intero giro d’affari pari a 3,5 milioni di euro di reddito non dichiarato ai fini imposte dirette, un milione di Iva evasa, tre milioni di euro di reddito Irap non dichiarato e un ammontare complessivo di emissione e utilizzo di fatture false per circa 2,5 milioni di euro. (Adnkronos)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.