Fisco: Guardia di Finanza scopre evasione da 15 milioni di euro ad Andria, 4 denunciati

controlli_finanzaBari, 4 mar. – Ad Andria i militari della Guardia di Finanza hanno concluso due verifiche fiscali nei confronti di imprese operanti nel settore della produzione e vendita di vino, e accertato un’evasione fiscale di circa 15 milioni di euro di base imponibile ai fini delle imposte sui redditi sottratti a tassazione. Altrettanto imponente è l’evasione accertata dell’Iva, che ammonta a un milione e 600 mila euro.

Quattro persone sono state denunciate per omessa dichiarazione, emissione di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti, occultamento o distruzione di documenti contabili. In particolare, i finanzieri hanno accertato che le due aziende, oltre a non registrare e a non contabilizzare le fatture emesse sulle vendite, facevano largo uso di fatture false per documentare, a seconda della convenienza, acquisti o vendite di prodotti vitivinicoli.

Per sviare eventuali sospetti, i pagamenti venivano fatti risultare come effettuati a mezzo assegni bancari; in realtà, il beneficiario dell’assegno, dopo averlo incassato, restituiva il controvalore in contanti trattenendo per se una percentuale a titolo di “compenso” per l’illecita commissione. A fornire chiarezza sull’impressionante quadro evasivo, sono stati gli accertamenti bancari autorizzati dall’autorità giudiziaria e i numerosi controlli incrociati eseguiti sui soggetti che hanno avuto rapporti commerciali con le due imprese.(AGI)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.