Contraffazione: GDF di Siniscola sequestra 15 mila capi a cinesi

contraffazioneNuoro, 29 mar – Ammontano a quasi 15.000 i capi di abbigliamento (fra maglioni, giubbotti, pantaloni, pigiami ed indumenti intimi) sequestrati dai militari della Tenenza della Guardia di Finanza
di Siniscola nel corso di controlli effettuati in alcuni esercizi commerciali, gestiti da due cittadini cinesi che sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Nuoro e rischiano la reclusione fino a due anni e la multa sino ad 20 mila euro oltre che una sanzione amministrativa che puo’ arrivare fino a 25 mila euro.
L’attivita’ ha permesso di accertare numerose irregolarita’ amministrative per il mancato rispetto delle prescrizioni minime previste dal Codice del consumo (quali, ad esempio, il nome o la ragione sociale, il marchio o la sede legale del produttore o dell’importatore nell’Ue, l’indicazione del paese di origine se fuori dall’Europa), finalizzati a tutelare il consumatore sull’origine e la sicurezza dei prodotti. Le irregolarita’ penali, invece, riguardano la vendita di capi di abbigliamento che riportavano in parte falsa indicazione del ‘Made in Italy’ ed in parte noti marchi commerciali contraffatti. Tutti i capi di abbigliamento irregolari, che per valore ammontano a 130 mila euro circa, sono stati sequestrati. (ANSA)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.