Omicidio a Palermo: giovane madre strangolata da 2 romeni davanti alla figlia di 11 mesi

Palermo, 18 gen – Nelle prime ore di questa mattina i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Termini Imerese e della Stazione Carabinieri di Cerda hanno eseguito due provvedimenti di fermo di indiziato di delitto emessi dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Termini Imerese, nei confronti di due giovani romeni incensurati, Florin BUZILÀ di 19 anni e Paul TODIRASCU di 18 anni, ritenuti responsabili dell’omicidio mediante strozzamento della cittadina romena Alina Elena BITÀ, giovane madre, uccisa nella propria abitazione a Cerda lo scorso 9 ottobre 2017.

In particolare, le complesse indagini esperite dalla Compagnia di Termini Imerese, con l’ausilio tecnico del Nucleo Investigativo del Gruppo di Monreale e coordinate dalla Procura della Repubblica di Termini Imerese, hanno permesso di acquisire gravi e concordanti elementi indiziari in capo ai due soggetti, cugini del marito della vittima, i quali avrebbero agito a seguito di un malriuscito tentativo di furto all’interno dell’abitazione della donna, dove si erano introdotti con un pretesto allo scopo di trafugare un’esigua somma di denaro.

Sommario
Omicidio a Palermo: giovane madre strangolata da 2 romeni davanti alla figlia di 11 mesi
Article Name
Omicidio a Palermo: giovane madre strangolata da 2 romeni davanti alla figlia di 11 mesi
Author
Publisher Name
GrNet.it
Publisher Logo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.