‘Ndrangheta, arrestati a Palmi altri due ricercati: Etzi e Palumbo [VIDEO]

Carabinieri_arresti_PalmiReggio Calabria, 22 mar – Non solo Santo Vottari. Nel corso della notte, in un’altra distinta operazione, i Carabinieri hanno tratto in arresto in una casa a Palmi altre due persone ritenute dagli inquirenti esponenti della ‘ndrangheta: Salvatore Etzi e Salvatore Palumbo.

Etzi, 44enne, era latitante dal luglio del 2016: si era sottratto ad un’ordinanza di applicazione della custodia cautelare in carcere, emessa il 30 luglio 2016 dal Tribunale di Reggio Calabria, per il reato di associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti. Non solo: era destinatario di un ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso il 28 ottobre 2016 dalla Procura della Repubblica presso la Corte d’Appello di Milano, dovendo espiare una pena di 8 anni, 10 mesi e 20 giorni di reclusione, per i reati di associazione di tipo mafioso, estorsione, riciclaggio, ricettazione e altro.

Il 37enne Salvatore Palumbo, invece, era destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa il 4 ottobre 2016 dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria, per il reato di associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti.

Nel corso della perquisizione domiciliare i Carabinieri hanno rinvenuto due pistole, una delle quali con matricola abrasa, e vario munizionamento, nell’immediata disponibilità degli arrestati.

Etzi e Palumbo sono ritenuti dagli inquirenti contigui all’articolazione territoriale della ‘ndrangheta denominata cosca “Molè-Piromalli”, operante prevalentemente a Gioia Tauro e nelle zone limitrofe, con ramificazioni in tutta la provincia e in ambito nazionale e internazionale.

L’operazione di questa notte è stata condotta dai Carabinieri della Compagnia di Palmi, unitamente a militari dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Calabria”, della Compagnia Carabinieri di Gioia Tauro e a personale del Commissariato di Polizia di Stato di Gioia Tauro, a conclusione di un’articolata attività di indagine coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria – Direzione Distrettuale Antimafia.

Etzi e Palumbo si trovano ora nella Casa Circondariale di Palmi.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.