Maltempo: La Spezia, soccorso dalla Forestale l’ultimo abitante del Monte Gottero

monte_gotteroIl pastore ottantenne, terminate tutte le scorte di viveri, era rimasto isolato nella sua abitazione sulla cima del monte spezzino a causa delle forti nevicate. La Spezia, 22 dic – E’ stato solo grazie all’intervento della Forestale che Guido Darello, pastore eremita del monte Gottero (SP), è stato raggiunto e rifocillato dopo che la sua abitazione era rimasta isolata a causa delle abbondanti nevicate dell’ultime ore.
Gli agenti del Comando Stazione di Sesta Godano (SP) del Corpo forestale dello Stato, nonostante le forti difficoltà dovute al maltempo, infatti, sono riusciti ad arrivare a casa dell’uomo, ultimo pastore che vive ancora sul monte Gottero, una cima dell’Appenino Ligure alta più di 1600 metri.
Darello, 80enne, vive ormai isolato da molti anni, con pochissimi agi (ha accettato di avere l’energia elettrica solo pochi anni fa), in compagnia soltanto dei suoi animali, una ventina di pecore e qualche vacca, in un fabbricato rurale in località Cavanerbone, in alta Val di Vara.
Il pastore eremita scende in paese, a Sesta Godano, solo una volta al mese, sobbarcandosi due ore di cammino a piedi, per comprare beni di prima necessità per sé e per i suoi animali. A causa però delle forti nevicate dei giorni scorsi che hanno ricoperto strade e sentieri per parecchie decine di centimetri, l’uomo è rimasto bloccato sulla cima del monte spezzino.
I Forestali hanno consegnato al pastore generi alimentari e di conforto e hanno appurato che l’uomo era fortunatamente in ottima salute anche se effettivamente aveva ormai finito tutte le scorte. Fieno e cibo sono stati portati dagli agenti anche agli animali, trovati anche loro in buone condizioni fisiche nonostante il difficile contesto ambientale.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.