Lucca, arrestati due carabinieri accusati di favoreggiamento

polizia-auto2Lucca, 24 giu – Due carabinieri sono stati arrestati dalla polizia giudiziaria di Lucca con l’accusa di favoreggiamento in relazione alle indagini sull’omicidio dell’imprenditore Stefano Romanini, 46 anni, ucciso in strada a Camaiore (Lucca) l’8 febbraio scorso. Il provvedimento è stato disposto dal gip di Lucca su richiesta della procura di Lucca ed è stato eseguito da personale della squadra mobile lucchese. I due militari si trovano agli arresti domiciliari e, secondo quanto appreso, apparterrebbero alla stazione di Camaiore.

Secondo quanto appreso, i carabinieri arrestati sono due sottufficiali, il maresciallo comandante della stazione di Camaiore e un brigadiere. Per gli inquirenti i due avrebbero omesso di fornire elementi utili alle indagini della polizia sull’omicidio. Elementi, secondo quanto emerge, di cui i due carabinieri sarebbero stati a conoscenza. Arrestata anche una terza persona, un ex militare dell’Arma, anche lui accusato di favoreggiamento e ristretto agli arresti domiciliari come gli altri. Stefano Romanini, piccolo imprenditore del settore escavazioni, venne ucciso in un agguato da numerosi colpi di pistola sparatigli da distanza ravvicinata mentre usciva di casa da un uomo che aveva la faccia coperta da un passamontagna. A distanza di mesi l’inchiesta sull’omicidio procede contro ignoti. (ANSA)

{nicedonate:http://www.grnet.it/donpay.gif||}

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.