Genova, violenza sessuale e concussione: 4 anni a maresciallo dei carabinieri

prostituteCostringeva prostitute a fare sesso con lui gratuitamente. Genova, 21 nov – E’ stato condannato a 4 anni di reclusione dal gup del tribunale di Genova, Nadia Magrini, il maresciallo dei carabinieri che avrebbe costretto alcune prostitute del centro storico del capoluogo ligure ad avere rapporti sessuali con lui senza ricevere alcun compenso. Al termine del processo, celebrato con rito abbreviato, il pm Paola Calleri aveva chiesto una condanna a 5 anni di reclusione per il militare, che, in attesa degli sviluppi dell’inchiesta, era stato subito rimosso dal suo incarico e destinato ad un’altra stazione.

A dare il via alle indagini, il 20 febbraio scorso, era stata la denuncia di una delle lucciole con cui il maresciallo, accusato di violenza sessuale e concussione, sarebbe stato solito consumare gratuitamente rapporti sessuali. Nei confronti della donna, che si era costituita parte civile, è stato disposto un risarcimento. L’avvocato difensore del militare, Riccardo Lamonaca, deciderà se ricorrere in appello dopo aver letto le motivazioni della sentenza. (TMNews)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.