Forestale, rifiuti: a Venezia sequestrata area di 100.000 metri quadri per la presenza di amianto

forestaleLe indagini, partite nel mese di agosto, hanno portato alla denuncia di due persone e al sequestro di due automezzi . Venezia, 25 novembre 2009 – Nell’ambito di controlli effettuati sulla gestione e trasporto dei rifiuti derivanti da demolizioni edili che, presso impianti autorizzati vengono recuperati e trasformati in “materie prime secondarie”, gli agenti del Comando Stazione Forestale di Mestre, su disposizione della Procura della Repubblica di Venezia, hanno posto sotto sequestro un’area di circa 100.000 metri quadri e due automezzi. Sul territorio era stata riscontrata presenza di amianto negli aggregati riciclati utilizzati poi per la formazione del sottofondo di una vasta area, destinata ad autoparco, nel Comune di Scorzè (VE). L’indagine era partita nel mese di agosto, quando, da verifiche svolte dalla Forestale presso l’impianto di un’azienda padovana, erano emerse tracce di amianto. Ciò aveva comportato il sequestro degli aggregati riciclati presenti in azienda, destinati appunto al sito veneziano dove stava realizzando un imponente autoparco a servizio della viabilità del territorio comunale. Inevitabile quindi l’ispezione, condotta nel mese di ottobre, che ha portato alla scoperta di nove frammenti di fibrocemento sui quali si è proceduto ad effettuare gli esami di laboratorio. Il riscontro tecnico condotto dall’Arpav (Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto) di Verona, ha confermato la presenza di amianto in diversi provini. Sulla base di questi riscontri sono scattati il provvedimento di sequestro da parte della magistratura veneziana e la segnalazione di due persone all’Autorità Giudiziaria. Si tratta del legale rappresentante della ditta esecutrice dei lavori per la realizzazione dell’autoparco e di un dipendente della stessa ditta responsabile del cantiere. Successivamente, nel corso di un controllo su strada effettuato in collaborazione con il Comando Stazione Forestale di Portogruaro (VE) in prossimità di uno degli impianti controllati, sono stati intercettati e sequestrati due automezzi appartenenti ad una ditta trevigiana. Il materiale a bordo dei mezzi era stato registrato nel formulario di trasporto come “cemento”, ma in realtà era costituito per la maggior parte da lastre di fibrocemento contenenti amianto.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.