Forestale: maxi sequestro di pasta pugliese “taroccata”

forestale-pasta-pugliaBari, 14 nov – Nel corso dell’attività investigativa per la sicurezza e la tutela dei prodotti agroalimentari effettuata in una azienda del barese, gli uomini del Corpo forestale dello Stato hanno sottoposto a sequestro un ingente quantitativo di prodotti alimentari tra cui pasta, taralli, uova e dolcetti perché contraffatti e mal conservati.

 

Sulle confezioni di pasta e taralli erano riportate infatti false indicazioni di provenienza, come “Qualità Tipicità 100% Made in Puglia”, “Apulia Italy” e “Con ingredienti a chilometri a zero” e “semola di grano duro prodotta nella Murgia Barese Altamurana”.

Le indagini, condotte dal Nucleo Tutela Regolamenti Comunitari e dalla Sezione di Analisi Criminale della Forestale, hanno portato alla scoperta di prodotti alimentari realizzati con ingredienti provenienti da paesi dell’Unione Europea, extra europei e da altre regioni italiane e spacciati per produzioni locali. Il grano, ad esempio, proveniva dal Canada, non dalla Murgia Barese e non era a chilometro zero.

Nel corso del controllo in azienda la Forestale ha accertato, inoltre, la presenza di 10 mila uova sporche di escrementi di gallina, con gusci immaturi, completamente rotti, tenute a temperatura ambiente, non idonea alla loro conservazione. Le uova destinate al macero venivano, in realtà, illecitamente utilizzate per la realizzazione di dolci. Denunciato il rappresentante legale dell’azienda, un cinquantacinquenne con precedenti penali, per detenzione e commercio di sostanze contraffatte e adulterate destinate all’alimentazione, pericolose per la salute pubblica, per detenzione e commercio di sostanze alimentari in cattivo stato di conservazione e per frode in commercio.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.