Forestale: al via nel quartiere ZEN di Palermo il progetto “Piantiamola”

forestale-piantiamolaPalermo, 15 feb – Educazione e legalità sono le parole chiave del progetto speciale di sensibilizzazione ideato dal Corpo forestale dello Stato per i giovani del quartiere San Filippo Neri a Palermo, noto come ZEN, al fine di prevenire azioni dannose o criminose nei confronti dell’ambiente. “Piantiamola” è un programma realizzato insieme all’Associazione Libera di Don Ciotti, dedicato agli istituti comprensivi statali intitolati a Giovanni Falcone e a Leonardo Sciascia, che operano in una zona ad alto disagio sociale e con elevata dispersione scolastica.

Il progetto è stato sviluppato in sinergia con il sistema scolastico nazionale ed è basato su programmi educativi a favore della diffusione della cultura ambientale e a tutela della legalità agro ambientale in tutto il Paese ed è stato avviato lo scorso anno nell’ambito della partecipazione all’evento “Navi della Legalità” in occasione del ventennale delle stragi di Capaci e di Via D’Amelio. Obiettivo è quello del recupero del decoro e della consapevolezza dell’importanza degli spazi esterni agli edifici scolatici, al fine di renderli utili e gradevoli per un uso didattico e ricreativo.

A tal fine 30 alunni delle scuole medie inferiori di entrambi gli istituti, accompagnati dai propri docenti, visiteranno le strutture del Corpo forestale dello Stato in provincia di Latina; in particolare, i centri dedicati alla formazione, all’educazione e alla tutela dei valori naturalistici quali l’Ufficio Territoriale per la Biodiversità di Fogliano e la Sede della Scuola del Corpo Forestale dello Stato di Sabaudia, che operano nel territorio protetto dal Parco Nazionale del Circeo e rappresentano un polo di eccellenza nell’offerta educativa del Corpo forestale dello Stato.

Qui i ragazzi delle scuole palermitane saranno guidati per approfondire le conoscenza legate alle opportunità di crescita della persona con attività svolte in ambiti esterni, dove poter sperimentare, conoscere ed allenare corrette relazioni sociali. Nel vivaio RENGER (Rete Nazionale del Germoplasma) gli alunni sceglieranno le piante da portare in dono a tutte le classi dei rispettivi istituti per celebrare insieme, il 21 marzo, la festa della primavera e la giornata del ricordo delle vittime della mafia. Un momento significativo del programma sarà, inoltre, la visita delle delegazioni scolastiche ad una struttura edilizia abusiva confiscata alle mafie e affidata all’Associazione Libera.

Grazie alla collaborazione con la compagnia di navigazione SNAV ed all’ospitalità garantita a Sabaudia direttamente dal Corpo forestale dello Stato, la partecipazione all’attività non graverà sulle scuole né sulle famiglie dei ragazzi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.