Forestale: ad Avellino un pitone terrorizza gli abitanti. Preso

forestale-pitoneRoma, 11 gen – Il rettile, rinvenuto alcuni giorni fa dagli uomini del Comando Provinciale del Corpo Forestale dello Stato di Avellino e che aveva terrorizzato alcuni abitanti dei prefabbricati pesanti di Via F. Tedesco di Avellino, è un pitone di circa 80 centimetri.

La segnalazione ad opera di una donna del posto, era giunta alla Sala Operativa dei vigili urbani del capoluogo, che avevano provveduto ad allertare la Forestale.

I Forestali intervenuti sul posto hanno rinvenuto l’animale all’interno di una teca di vetro, che si era attorcigliato alla lampada interna, alla ricerca di una fonte di calore e per tale motivo in evidente stato di stress.

In effetti l’animale si trovava nella fase della muta (cambio della pelle) e risultava stremato dal freddo della serata, immediatamente sono scattate le prime cure ad opera dei Forestali e di un volontario esperto in recupero di animali in difficoltà, già noto agli agenti per fatti analoghi, perché autore di alcuni libri in materia di soccorso agli animali feriti.

Successivamente il rettile è stato affidato ai medici veterinari del Centro Recupero Animali Selvatici (CRAS) di Napoli per le dovute cure.

Sebbene in Italia chiunque può acquistare un Pitone reale, perché di libera vendita, si ricorda che tale animale rientra nell’allegato B della Convenzione di Washington, perciò la commercializzazione deve essere in regola con la certificazione CITES.

L’animale potrebbe essere stato abbandonato perché frutto di un acquisto illegale o a causa della difficoltà di poter fornire le dovute cure necessarie alla sopravvivenza dello stesso. L’abbandono di animali del genere sta divenendo sempre più frequente in provincia di Avellino, basti ricordare che circa un mese fa si rinvenne una tarantola, all’interno di un vasetto di vetro vicino ai contenitori della raccolta dei rifiuti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.