Farmaci: NAS, oltre 20 mila compresse sequestrate nei primi 10 giorni del 2011

nas-compresseArrestate 8 persone, 27 denunciate. Roma, 14 gen.  – Procede senza sosta l’azione dei carabinieri del Nas contro il traffico illegale dei farmaci. Nei primi 10 giorni del 2011 i militari del Nucleo antisofisticazioni hanno sequestrato oltre 20 mila compresse, soprattutto anabolizzanti, pillole contro la disfunzione erettile, l’obesità e la calvizie. L’attività dei carabinieri ha portato all’arresto di 8 persone e alla denuncia di 27. Ecco nel dettaglio le operazioni condotte dai militari in questo primo scorcio dell’anno: I carabinieri del Nas di Ancona, nell’ambito di un’attività di indagine antidoping coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Fermo, hanno arrestato in flagranza di reato la titolare di una farmacia del Fermano, responsabile di avere reperito farmaci ad azione anabolizzante, vendendoli a una persona della provincia di Macerata, anch’egli arrestato. Le perquisizioni effettuate presso la farmacia e le abitazioni degli arrestati hanno permesso di rinvenire e sequestrare circa 300 tra fiale e compresse di farmaci anabolizzanti, nonchè diverse confezioni di farmaci illecitamente privati della fustella. Altre 6 perquisizioni effettuate presso locali commerciali e abitazioni di altri 3 soggetti coinvolti nell’indagine hanno consentito di rinvenire ulteriori 265 fiale e compresse di anabolizzanti (di cui 10 di provenienza estera).

Il Nas di Alessandria, attivato dalle segnalazioni giunte da alcuni farmacisti di quel centro, ha invece individuato 4 persone che, utilizzando ricette mediche falsificate, cercavano di acquistare specialità medicinali a effetto stupefacente. L’immediato intervento dei militari del Nucleo piemontese ha impedito la fuga dei soggetti che sono stati arrestati con l’accusa di associazione per delinquere, falsità in atto pubblico e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nell’operazione sono stati sequestrati il veicolo con cui i 4 si accingevano a dileguarsi, circa 250 compresse di un medicinale ad azione stupefacente (già frazionate e pronte per la distribuzione), nonchè numerose ricette palesemente false. I Nas di Roma hanno invece scoperto un medico chirurgo della Capitale che prescriveva abusivamente farmaci a effetto stupefacente e anoressizzante (fendimetrazina e clorazepato di potassio) e senza sottoporre i pazienti ad alcuna visita medica. Il camice bianco prescriveva inoltre molti di questi farmaci a una disoccupata della provincia di Pavia, che a sua volta li metteva in commercio sul mercato online insieme a falsi integratori contenenti sibutramina (farmaco anoressizzante di cui è vietata la distribuzione), importati clandestinamente da Paesi extracomunitari. I due sono finiti agli arresti domiciliari. Le perquisizioni effettuate a loro carico hanno consentito di rinvenire e sequestrare 600 capsule dei citati farmaci illegali. A queste operazioni – riferiscono i Nas – si aggiunge l’attività svolta nei maggiori aeroporti del Paese che, solo nell’ultimo mese, ha consentito di sequestrare circa 20 mila compresse di farmaci provenienti dall’estero, contenenti principi attivi utilizzabili per trattamenti della disfunzione erettile, della calvizie e dell’obesità, denunciando 24 persone. A questi si aggiunge l’arresto in Sicilia di una persona che, attraverso il mercato online, si era procurata dall’Est europeo farmaci ad azione stupefacente e dopante. (Adnkronos)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.