Cocer CC al presidente di Commissione: solo 3 minuti per parlare dei nostri problemi?

carabinieri-montecitorioRoma, 30 mag – Nel corso della riunione tenutasi presso la Camera dei Deputati lo scorso 28 maggio, tra i parlamentari componenti delle Commissioni Affari Costituzionali e Lavoro, allo scopo di ascoltare i rappresentanti sindacali e i Cocer in merito alla tematica della proroga per il 2014 il blocco salariale, il presidente della Commissione Lavoro è stato criticato dal Cocer carabinieri per l’eccessivo rigore con il quale scandiva gli interventi “campanellino alla mano”, della durata massima di tre minuti.

“Il Cocer Carabinieri – si legge in una nota – è stato l’unico a criticare aspramente il comportamento del Presidente e dei Parlamentari delle due Commissioni”. A tal fine, un delegato dell’organo di rappresentanza dell’Arma ha letto questa dura dichiarazione:

Caro Presidente, il Cocer Carabinieri si rifiuta di interloquire con queste Commissioni Parlamentari, le quali concedono tre minuti ai Rappresentanti di 110mila uomini e donne che giornalmente difendono lo Stato e i Cittadini Italiani. Signor Presidente in tre minuti non riusciamo neanche a raccontargli una barzelletta sui Carabinieri. Rimaniamo amareggiati, perché mentre i nostri colleghi difendono le Istituzioni ed anche questo Palazzo con sacrificio della loro vita, all’interno dello stesso queste Commissioni ritengono di ascoltare con superficialità e ristrettezze di tempi, chi li Rappresenta. Signor Presidente occorrono ben di più di tre minuti per spiegare a lei ed ai Parlamentari presenti, i sacrifici, le delusioni, le difficoltà soggettive e oggettive che il nostro personale deve sobbarcarsi giornalmente, spesso, tra l’altro, obiettivo di facinorosi, squilibrati e criminali, ed ancor più spesso, non gratificati proprio dal Parlamento e dai Governi che invece dovrebbero difenderli e non penalizzarli. Signor Presidente racconteremo ai Carabinieri di Corleone, di Scampia, dello Zen il vostro assurdo atteggiamento e dovrete essere voi a giustificarvi con loro“.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.