Carabinieri: gen. Leso addetto militare italiano all’Onu

onuTREVISO, 30 SET – Il generale dei carabinieri, Leonardo Leso, e’ stato nominato addetto alla Difesa, Consigliere militare e di Polizia presso la rappresentanza italiana all’Onu. Il gen. Leso lascia il comando Divisione Unita’ Mobili di Villa Margherita, a Treviso, e sara’ operativo negli Usa dal 7 ottobre. L’alto ufficiale oggi ha salutato le autorita’ militari e civili, ricordando tra l’altro di aver impiegato la maggior parte del periodo di comando ”viaggiando in lungo e in largo per l’Italia, nei Balcani, in Iraq e in Afghanistan per seguire le nostre unita’ dislocate e schierate dovunque”. Veronese, 62 anni, due lauree, figlio di un generale della Polstrada, Leso ha svolto incarichi operativi e di comando in zone ad alto indice di criminalita’ (Sicilia, Campania e Calabria) e in reparti speciali come i carabinieri paracadutisti, il Gis e le unita’ specializzate dell’Arma all’estero (Somalia, Bosnia Herzegovina, Albania e Kosovo). E’ stato Addetto all’Ufficio Operazioni al Comando Generale dell’Arma, ha retto i comandi provinciali di Catanzaro e Trieste, e la Scuola Allievi carabinieri di Roma. Ha frequentato corsi di specializzazione anche all’estero (controterrorismo in Israele, combattimento urbano e negoziazione in caso di presa di ostaggi in Inghilterra). Fu artefice del blitz del Gis nel carcere di Trani nel 1980 per liberare 18 agenti di custodia ostaggi di 96 detenuti delle Br. E’ insignito della Legion of Merit concessagli dal Congresso degli Stati Uniti, della Croce d’oro al Merito dell’ Esercito, una medaglia di bronzo al valore dell’Esercito e della Croce di Cavaliere Ordine Militare d’Italia, la piu’ alta decorazione militare italiana. (ANSA)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.