Caccia: bracconieri sorpresi dalla Forestale. Sequestrati fucili e richiami

Caccia-sequestroAvellino, 17 set – Gli Agenti del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Forestale di Avellino e dei Comandi Stazione C.F.S. di Avella e di Chiusano San Domenico, nei giorni scorsi, nell’ambito di attività coordinate sul territorio, hanno effettuato diversi controlli in materia di caccia.

L’attività di contrasto al fenomeno ha interessato diverse località in agro dei Comuni del Vallo di Lauro ed in particolare alle località “Croce del Litto, Vallicelle e La Fossa” in agro del Comune di Mugnano del Cardinale sono stati sequestrati diversi richiami acustici utilizzati per la caccia illecita. Quest’ultimi sono stati rinvenuti all’interno di strutture in ferro opportunamente occultate nel terreno.

Nel corso delle attività di controllo sono stati sorpresi i bracconieri, muniti di fucili calibro 28 e due cani da caccia, che sono stati denunciati per il reato di caccia in epoca di divieto generale e ausilio di mezzi vietati previsto e punito dalla Legge 157/92.

Le armi in dotazione e il relativo munizionamento sono stati sottoposti a sequestro penale. L’operazione in questione si è conclusa anche grazie alle videocamere, posizionate dagli Agenti in zona. Le attività di contrasto al fenomeno del bracconaggio proseguono in tutta la provincia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.