Avellino: nuovo blitz della Forestale ai mercati comunali

forestale-avellino-mercato2Avellino, 3 mar – Gli agenti del Comando provinciale del Corpo forestale dello Stato di Avellino, di concerto con il personale dell’Unità Operativa e dei Tecnici della Prevenzione del Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione dell’Azienda Sanitaria Locale di Avellino, nell’ambito dei controlli mirati al contrasto delle frodi agroalimentari, con particolare riferimento al settore ortofrutticolo e finalizzati alla sicurezza alimentare dei consumatori, nel corso della mattinata odierna, hanno effettuato numerosi controlli nell’area adibita a mercato pubblico, in Via Largo Mercato del Comune di Grottaminarda (Av).

Nel corso delle attività di controllo sono emerse diverse irregolarità in ambito di tracciabilità, etichettatura dei prodotti ortofrutticoli, nonché violazioni relative alla taratura degli strumenti di pesatura, utilizzati nel commercio al dettaglio. Inoltre, è stato accertato l’esercizio di vendita itinerante in assenza delle autorizzazioni necessarie. L’intera attività ispettiva posta in essere ha determinato l’accertamento di numerosi illeciti amministrativi, per un importo complessivo contestato ai responsabili di circa 50 mila euro, nonché il sequestro amministrativo finalizzato alla confisca di 15 strumenti di pesatura digitali, risultati irregolari, privi di marchio identificativo dell’Unione Europea e di matricola.

Durante le operazioni di controllo si è proceduto, da parte dei tecnici di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria Locale, al campionamento di varie aliquote di prodotti ortofrutticoli, finalizzato all’eventuale presenza di metalli pesanti e di prodotti fitosanitari, soprattutto fitostimolatori, di origine illecita.

In particolare si è proceduto a sequestro penale di 50 chilogrammi di salumi e formaggi, posti in vendita in cattivo stato di conservazione ed, a controllo, risultati commercializzati oltre il limite di scadenza consentito. Inoltre, gli agenti della forestale hanno constatato, in aree prossime allo stesso mercato comunale, l’occupazione abusiva di spazi pubblici, non preventivamente autorizzati alla vendita.

Dai controlli effettuati è emerso in modo significativo, al di là delle verifiche relative alla rintracciabilità degli alimenti e dell’uso improprio degli strumenti di pesatura, risultati tutti, a controllo, difformi e non tarati dalle competenti Camere di Commercio, la commercializzazione in deprecabile stato di conservazione di salumi e formaggi, alimenti preventivamente sequestrati e ritirati dalla vendita.

Il controllo odierno si inserisce in una più ampia attività d’indagine, mirata alla salvaguardia del consumatore e della salute pubblica, per assicurare la qualità degli alimenti in commercio.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.