Terrorismo: Minniti, decreti di espulsione per un tunisino e un marocchino

MiniitiRoma, 30 giu – “Un cittadino tunisino 53enne e un cittadino marocchino 50enne sono stati espulsi dal territorio nazionale per motivi di pericolosità sociale”. I provvedimenti sono stati firmati dal ministro dell’Interno Marco Minniti. A riferirlo è una nota del Viminale.

Il primo era residente nella provincia di Novara, il secondo a Torino

“E’ stata eseguita oggi l’espulsione di un cittadino tunisino, residente regolarmente in provincia di Novara, segnalato dai servizi di Intelligence per la sua deriva radicale sotto il profilo religioso – informa il Viminale – Noto in ambienti che frequentava come soggetto aggressivo e facilmente irritabile, aveva manifestato un’ingiustificata insofferenza verso l’Italia e l’Occidente”.

“A seguito di approfondimenti investigativi da parte della Digos di Novara, è emerso che il tunisino, che aveva precedenti per reati comuni, tra cui maltrattamenti in famiglia, era effettivamente un soggetto incline alla violenza. Il tunisino è risultato, inoltre, essere in contatto con due estremisti islamici, uno già espulso con decreto del ministro dell’Interno nel 2015 per motivi di sicurezza, e l’altro deceduto nel 2011 in un conflitto a fuoco con le forze di sicurezza tunisine”.

Per questi motivi, “il cittadino tunisino è stato espulso oggi con provvedimento a firma del ministro dell’Interno e rimpatriato con accompagnamento nel suo Paese di provenienza con un volo diretto a Tunisi, decollato dalla frontiera aerea di Malpensa”. (AdnKronos)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.