Il Papa ringrazia l’Aeronautica, la Polizia di Stato e la Gendarmeria

papaCittà del Vaticano, 29 set. – “Se tutto si è svolto nella tranquillità e nella serenità, lo si deve senza dubbio anche alla vostra presenza e al vostro qualificato servizio”. Benedetto XVI ha voluto esprimere così il suo ringraziamento ai funzionari e agli agenti delle diverse Forze dell’Ordine italiane che hanno vegliato sul suo soggiorno estivo a Castelgandolfo, ricevuti oggi insieme agli ufficiali ed avieri del 31° Stormo dell’Aeronautica Militare che lo hanno accompagnato in elicottero nei vari spostamenti (e che sabato lo riporteranno definitivamente in Vaticano) ed ai dirigenti e operatori dell’amministrazione comunale della cittadina laziale.

“Desidero esprimere profonda riconoscenza – ha spiegato – a ciascuno di voi, che avete reso possibile la mia serena permanenza”. Un grazie che il Papa ha poi esteso ai diversi servizi vaticani impegnati allo stesso scopo: “il Corpo della Gendarmeria, la Floreria, i Servizi tecnici, i Servizi sanitari, come pure la Guardia Svizzera Pontificia”. In tanti, hanno offerto con “sollecitudine” una “generosa opera” per garantire, ha detto, “la necessaria assistenza a me e ai miei collaboratori, come anche agli ospiti e ai pellegrini che vengono a farmi visita”. Salutando poi il parroco salesiano e la comunità parrocchiale di Castelgandolfo, insieme alle comunità religiose e laicali, maschili e femminili, presenti nel territorio”, il Papa tedesco ha assicurato che “in questi mesi ho sentito la loro vicinanza spirituale e le ringrazio di cuore, augurando a tutti di corrispondere con rinnovata generosità alla chiamata di Dio, spendendo le proprie energie a servizio del Vangelo”. (AGI)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.