Esplosione a Livorno, un militare rischia l’amputazione delle mani

esplosione-livornoIpotesi “bomba” per la pesca frodo o in vista della partita di calcio. Livorno, 30 mag – Una guardia giurata ed un sottufficiale incursore del Comsubin sono rimasti feriti la notte scorsa a Livorno per lo scoppio di materiale esplosivo. Il più grave è il sottufficiale che rischia l’amputazione di entrambe le mani. I due stavano armeggiando con un ordigno o un grosso petardo. Tra le ipotesi quelle che stessero confezionando una bomba per la pesca di frodo o un petardo in vista della partita Livorno-Empoli. Le indagini condotte finora dai carabinieri escludono un gesto di natura politica.

Entrambi i feriti sono 36enni residenti a Livorno. Il sottufficiale per le gravi condizioni è stato trasferito in ospedale a Firenze, al Cto, mentre la guardia giurata ha riportato varie ustioni agli arti e la frattura di un dito. La chiamata al 118 è arrivata alle 2.37 e sul posto sono intervenute le ambulanze dell’Svs con medico a bordo e i carabinieri. Dalla prima ricostruzione i due uomini sono rimasti feriti mentre si trovavano in un garage sotterraneo nella centralissima piazza Attias. (ANSA)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.