Direzione Nazionale Antimafia: ‘ndrangheta presente in tutti i settori nevralgici

diaRoma, 22 giu – La ‘ndrangheta è «presente in tutti i settori nevralgici della politica, dell’amministrazione pubblica e dell’economia, creando, in tal modo, le condizioni per un arricchimento, non più solo attraverso le tradizionali attività illecite del traffico internazionale di stupefacenti e delle estorsioni».

È quanto si legge nella relazione annuale del 2016 della Direzione nazionale antimafia e antiterrorismo presentata questa mattina a Roma dal procuratore, Franco Roberti. Un’organizzazione che si muove «anche intercettando, attraverso prestanome o, comunque, imprenditori di riferimento, importanti flussi economici pubblici ad ogni livello, comunale, regionale, statale ed europeo».

Come ricorda la relazione ci sono indagini che «hanno rivelato un rapporto tra la ‘ndrangheta, esponenti di rilievo delle Istituzioni e professionisti – legati anche a organizzazioni massoniche e ai Servizi segreti – di piena intraneità, al punto da giocare un ruolo di assoluto primo piano nelle scelte strategiche dell’associazione, facendo parte di una ‘struttura riservata’ di comando, la cui esistenza è stata, peraltro, scientemente tenuta nascosta a gran parte degli affiliati, anche di rango elevato».

«Altra, amara, riflessione – sottolinea Roberti – quella relativa al fatto che tale azione investigativa ha dato conferma di come la ‘ndrangheta continui a dimostrare grande capacità di rendere funzionale al raggiungimento dei propri obiettivi di radicamento capillare sul territorio e di controllo di tutte le attività economiche ivi operanti, il bisogno di lavoro che attanaglia gran parte delle famiglie calabresi, soprattutto i giovani».

Roberti infine ricorda come «l’infiltrazione criminale della ‘ndrangheta nei paesi del Nord America (Canada e Stati Uniti) appare oramai compiuta». «In quei Paesi la cosche si sono profondamente radicate, hanno assunto posizioni di rilevo nella gestione degli affari criminali e si propongono, con sempre maggiore autorevolezza, quali interlocutori delle organizzazioni dedite al crimine transnazionale».(AdnKronos)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.