Amianto, la strage dei militari: più morti che in guerra. A Firenze un convegno con gli esperti

AmiantoRoma, 10 apr – «La accertata pericolosità della esposizione all’amianto nelle Forze Armate è sempre stata considerato un argomento severo fin dalle prime norme per la tutela della salute dei Militari. Il rischio infatti aumenta in modo proporzionale alla intensità della esposizione moltiplicata per gli anni di esposizione lavorativa. Pertanto, essendo il rischio proporzionale alla dose cumulata, emerge chiaro come il suo aumento dipenda da una costante di proporzionalità specifica per il tipo della fibra e dell’ambiente in cui si trova o è utilizzato l’amianto».

Così la dott.ssa Lucia Astore, medico legale in Firenze, che il prossimo 15 aprile interverrà al convegno “Il rischio amianto e la presenza di altri cancerogeni nelle Forze Armate. Aspetti tecnici, medico-legali e giuridici“, organizzato dall’Osservatorio Nazionale sull’Amianto. Il convegno si svolgerà a Firenze, presso l’Auditorium della Regione Toscana, Palazzo Panciatichi – Via Cavour 4.

Alle 15 apriranno i lavori l’avvocato Ezio Bonanni, Presidente dell’Osservatorio Nazionale Amianto che esporrà i “Dati epidemiologici delle patologie asbesto correlate nelle Forze Armate“. A seguire interverrà l’on. Alfonso Bonafede, Vicepresidente della Commissione Giustizia della Camera dei Deputati.

Successivamente sarà la volta di Carla Fiumalbi e Alessandro Mani, medici del lavoro in Firenze, che tratteranno il tema “Diagnosi di patologie asbesto correlate, presentazione di alcuni casi pratici“.

amianto-firenze«Se pensiamo alla vita dei militari negli elicotteri o nelle navi – spiega la dott.ssa Astore – e in alti ambienti nocivi ben si capisce l’importanza del problema, peraltro enorme, da parte del Ministero della Difesa. Di qui la necessità di un convegno finalizzato a chiarire gli estremi giuridici e medico legali di questa problematica unitamente all’esame dei rischi negli esponenti delle Forze Armate con i conseguenti risvolti non solo nell’ambito delle cause di servizio e delle vittime del dovere, ma anche a livello civilistico come risarcimento danni per loro ed i familiari».

Il programma del convegno continuerà con gli interventi di:

  • Antonio Dal Cin, Coordinatore “Comitato esposti e vittime dell’amianto tra i militari appartenenti alla Guardia di Finanza” ed ex militare della Guardia di Finanza, vittima di amianto – “Finanziere e vittima dell’amianto: il mia battaglia per la giustizia“;
  • Lucia Astore, medico legale in Firenze – “Aspetti medico legali e psichiatrico-forensi nelle cause di servizio e vittime del dovere“;
  • Stefania Divertito, giornalista – “Stop amianto nelle scuole: presentazione del docufilm“;
  • Lorenzo Motta, Coordinatore del Dipartimento tutela dei militari ed ex militari esposti all’uranio impoverito e vittime dei vaccini – “Epidemiologia dell’uranio impoverito e dei vaccini nelle Forze Armate
  • Paolo Tuccitto, Dottore in economia e commercio – “La prevenzione primaria come strumento di concretizzazione delle finalità di tutela della salute con una economia sostenibile“.

Focus Firenze

  • Luciano Macrì, docente – “Insegnanti e alunni a rischio amianto: il caso dell’Istituto ITI Leonardo da Vinci. Il punto della situazione“;
  • Saverio Rossi, Coordinatore ONA Firenze – “Bilancio delle attività dell’ONA Firenze“;Antonella Franchi – Coordinatore Nazionale Genitori Studenti esposti ad amianto – “L’amianto nelle scuole: un macigno sul futuro”;
  • Giacomo Giannarelli, Consigliere Regionale – “Il punto in Toscana“;
  • Arianna Xekalos – Consigliere Comunale Firenze – “Le iniziative del Movimento 5 Stelle a supporto dell’impegno dell’Ona nella città di Firenze“;
  • Giampiero Palazzo – Consigliere di Quartiere.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.