Mini naja, Di Biagio (FLI): costi esorbitanti

mini-najaRoma, 13 set – ”Oggi prende il via il progetto ‘Militare per tre settimane’ conosciuto anche come mini-naja, un programma di corsi di formazione rivolto ai giovani, tanto voluto dal ministro La Russa ma pesantemente criticato dal mondo istituzionale e politico per i costi esorbitanti che questo comporta. Costi su cui vale la pena riflettere”. Lo dichiara Aldo Di Biagio, deputato di Futuro e Libertà per l’Italia. ”Il progetto sancito dalla manovra anticrisi dello scorso luglio prevede uno stanziamento di circa 20 milioni di euro – spiega Di Biagio – che pesano come uno schiaffo morale sull’intero comparto Difesa, piegato da lacune finanziarie e da crescente precarietà. Nelle ultime finanziarie le spese destinate alla Difesa, soprattutto al reclutamento e alla formazione, sono state tagliate e si prevede inoltre che nei prossimi 3 anni siano circa 3.000 i militari in ferma breve che saranno mandati a casa”. Il parlamentare sottolinea quindi di aver ”scritto un’interrogazione al ministro La Russa per capire il perchè di un progetto tanto dispendioso le cui finalità potevano essere benissimo assecondate da un ciclo di seminari più brevi e senza l’impegno di pagare i giovani iscrittisi o addirittura di affidare loro una divisa con annesso equipaggiamento oltre che lo status militare”. ”Il rischio è – conclude – che affidare con tanta leggerezza prerogative un tempo di militari con adeguata formazione e senso di appartenenza possa considerarsi un abuso di responsabilità, che rischia paradossalmente di innescare un percorso inverso rispetto a quello prefissato dal progetto di La Russa. Poichè dalla fin troppo facile identificazione potrebbe scaturire un’idea non reale di quello che la vita, la storia e la cultura militare realmente rappresentano”. (ANSA) ico_commenti Commenta

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.