Manovra, salta l’aumento dell’ Iva, novità sulle pensioni

berlusconi_bossi-calderoliPer le pensioni calcolo degli anni effettivi di lavoro. Roma, 29 ago – Abolizione delle Province e dimezzamento del numero dei parlamentari da inserire in un disegno di legge costituzionale; stop al contributo di solidarietà, che resta però a carico di deputati e senatori , sostituito da misure antielusione e dalla riduzione dei vantaggi fiscali previsti per le cooperative; piccoli Comuni salvi, anche se verranno unite le loro funzioni fondamentali; regime previdenziale inalterato per chi ha maturato quarant’anni di anzianità, senza considerare però riscatto del servizio militare e della laurea, che tuttavia verrà considerato nel calcolo della pensione.

Sono le modifiche alla manovra decise “all’unanimità” nel vertice di maggioranza svoltosi ad Arcore e durato sette ore, illustrate in comunicato diffuso dalla presidenza del Consiglio. “La riunione di maggioranza presieduta dal presidente Silvio Berlusconi -riferisce la nota di palazzo Chigi- si è conclusa con le seguenti unanimi determinazioni: interventi di natura costituzionale” con “dimezzamento del numero dei parlamentari” e “soppressione delle Province quali enti statali e conferimento alle Regioni delle relative competenze ordinamentali”. “Il decreto -prosegue il comunicato- dovrà essere approvato nei tempi previsti e a saldi invariati con le seguenti principali modifiche: sostituzione dell’articolo della manovra relativo ai piccoli Comuni con un nuovo testo che preveda l’obbligo dello svolgimento in forma di unione di tutte le funzioni fondamentali a partire dall’anno 2013 nonchè il mantenimento dei Consigli comunali con riduzione dei loro componenti senza indennità o gettone alcuno per i loro membri”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.