Governo Monti, sondaggio La7: gli italiani vogliono un taglio ai costi della politica

Mario-MontiCresce, al 68%, il sì alla patrimoniale sulle grandi ricchezze. Roma, 21 nov  – Costi della politica, ripresa economica e occupazione giovanile, evasione fiscale, patrimoniale sulle grandi ricchezze: è questa l’agenda che gli italiani vorrebbero vedere affrontata dal Governo Monti, secondo un sondaggio condotto da Demopolis per il programma “Otto e mezzo” in onda su La7. “Dopo la fiducia in Parlamento, crescono – si legge nella nota che sintetizza i risultati dell’indagine demoscopica – le aspettative degli italiani nei confronti dell’esecutivo guidato da Mario Monti. I cittadini sono ben consapevoli che il nuovo Governo chiederà sacrifici: ritenuti oggi accettabili dall’opinione pubblica per far fronte alla crisi, ma solo se all’insegna di una reale equità sociale”. Il 97% del campione sondato “chiede al nuovo Governo – spiega il comunicato – impegni precisi sulla riduzione dei costi della politica, l’81% un impulso reale alla crescita economica del Paese ed all’occupazione giovanile, il 73% un contrasto più serio all’evasione fiscale. Cresce anche, al 68%, la condivisione di una possibile patrimoniale sulle grandissime ricchezze; oltre la metà degli italiani segnala come prioritaria anche la riforma della legge elettorale”.

“I due terzi dei cittadini – afferma il direttore di Demopolis, Pietro Vento – si augurano che l’esecutivo voluto da Giorgio Napolitano possa giungere a fine legislatura, per portare a termine il programma di crescita e di riduzione del debito pubblico. Ma gli italiani immaginano che sarà un percorso con molti ostacoli: la storia recente fa temere infatti il rischio di una vulnerabilità della maggioranza nei due rami del Parlamento, derivante dalle differenti posizioni sulle misure da adottare e dai calcoli elettorali di alcuni partiti”. L`indagine, diretta da Pietro Vento con la collaborazione di Giusy Montalbano e Maria Sabrina Titone, è stata condotta per La7 – precisa in conclusione la nota – dal 14 al 16 novembre 2011 con metodologia Cati, dall’Istituto Nazionale di Ricerche Demopolis su un campione di 1.010 intervistati, rappresentativo dell’universo della popolazione italiana maggiorenne. (TMNews)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.