Difesa: nel novarese il centro di produzione del cacciabombardiere F35

F-35-ITorino, 22 ott – Nel novarese, a Cameri, ci sarà il secondo centro di produzione, dopo quello del Texas, del caccia bombardiere F35 Joint Strinke Fighter. Il Presidente della Regione Piemonte, Roberto Cota, e il sottosegretario di Stato alla Difesa, Guido Crosetto, hanno partecipato oggi pomeriggio a Cameri alla presentazione del progetto. Il programma si chiama ”JSF-FACO/MRO & U” e farà del locale aeroporto militare del novarese il secondo centro al mondo (dopo quello di Fort Worth, in Texas) per la realizzazione di alcuni parti e l’assemblaggio totale del caccia bombardiere F 35 Joint Strike Fighter.

Il sottosegretario alla Difesa, Guido Crosetto ha ricordato come questo progetto sia nato nel 1994 e si sia sviluppato “attraversando una serie di governi di colore diverso: è il segno che si tratta di un progetto nazionale. E si svilupperà per 40 anni, il che significa opportunità a breve e lunga scadenza per Cameri e tutto il Novarese, ma non solo, visto che Torino è da sempre qualificata dall’attività aeronautica. Un aereo come l’ F35 – ha aggiunto Crosetto – significa tecnologia d’avanguardia che si dipanerà anche sul territorio, in anticipo sui tempi normali”. Crosetto ha confermato che Cameri sarà il centro di manutenzione di tutti i velivoli, il che comporterà ulteriori occasioni di sviluppo. E’ quanto ha ricordato anche il presidente della Regione, Roberto Cota, che ha sottolineato ”l’importanza di un polo aeronautico a Cameri per tutto il Piemonte”. (ANSA)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.