Difesa: Di Stanislao (IDV), tagli solo a scapito del personale militare?

ignazio_larussaL’Aquila, 9 nov – ”In relazione ai tagli che ogni Ministero deve adottare, quali sono le reali intenzioni del Ministero della Difesa e con quali criteri opera affinchè non siano ancora una volta le armi e le macchine a prevalere su interessi e bisogni del personale militare tutto?”. Lo chiederà Augusto Di Stanislao, capogruppo IdV in Commissione Difesa della Camera, domani, nel corso del Question time in programma alla IV Commissione. Un paio di settimane fa, durante l’esame della Finanziaria, Di Stanislao aveva manifestato preoccupazione per le molteplici criticità in relazione alla spesa per il personale militare e civile e all’esercizio. ”Ribadisco che il taglio di 320,4 milioni di euro, pari al 18,2 per cento, molto al di sopra delle risorse minime indispensabili al settore per far fronte alle primarie necessità, paralizzerà il comparto – spiega il deputato IdV – eppure si trovano miliardi come fossero caramelle per nuovi programmi d’acquisto (ad esempio più un miliardo per un nuovo programma dell’Aeronautica per il rinnovo della flotta di elicotteri, circa 15 miliardi per i famosi F-35, tra l’altro la versione piu’ costosa)”. ”Il ministro La Russa – conclude Di Stanislao – non sembra preoccuparsene e tanto meno cercare, come fanno i suoi colleghi, ad esempio in Canada, Danimarca e Inghilterra, di equilibrare i tagli e non riversarli esclusivamente sul personale militare”. (ASCA)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.